Come costruire un soppalco in legno

di Daniela Commenta

In casa lo spazio non è mai troppo, anzi, spesso si ha proprio il problema opposto, ovvero che è sempre poco e non si ha la possibilità di utilizzarlo come si vorrebbe; per fortuna ci sono degli stratagemmi che permettono di ricavare un po’ di spazio. Ad esempio, se la vostra casa ha i soffitti alti potete sfruttare questo spazio in altezza costruendo un soppalco, creando, così, una vera e propria stanza in più.

Costruire un soppalco, la legislazione

Prima di costruire un soppalco bisogna sapere quali obblighi prevede la legislazione in proposito; in termini di legge, un soppalco abitabile è definito come “soppalco con permanenza di persone” ed è una zona rialzata costruita in un secondo momento rispetto al resto dell’abitazione. Le regole per la costruzione di un soppalco cambiano a seconda della Regione, ma in linea generale riguardano: l’ altezza minima del locale da soppalcare, l’altezza della zona sottostante, la superficie del soppalco e la superficie finestrata.

Tutti i documenti relativi al progetto vanno poi presentati all’Ufficio Tecnico del proprio Comune e poi, una volta terminati i lavori, inoltrati all’Ufficio del Catasto; per evitare controversie condominiali, è bene fornire questi documenti anche all’Amministratore del condominio.

Tipi di soppalco

Esistono tre tipi di soppalco a seconda del materiale usato per costruirlo: in muratura, in metallo o in legno; a prescindere dal materiale usato per la costruzione, deve essere in grado di sopportare carichi di peso non inferiore ai 200-250 chili per metro quadrato. Ognuno di questi tipi di soppalco possiede, naturalmente, dei vantaggi e degli svantaggi, ma se volete ricorrere al fai da te, la soluzione migliore e più facile è quella di optare per un soppalco in legno sostenuto da assi portanti di metallo.

Il soppalco in legno

La struttura del soppalco di legno è composta da una piattaforma di legno massiccio o in  lamellare ancorata alle pareti portanti con delle staffe metalliche, oppure poggiare su appositi montanti verticali addossati al muro e fissati al pavimento; questo tipo di soppalco può essere rivestito con listelli di legno leggero o con la moquette per coprire le assi grezze. I soppalchi di legno sono semplici da realizzare, tanto che si prestano bene al fai da te, oltre ad essere molto più leggeri e meno massicci degli altri due tipi: basti pensare, infatti, che pesano un terzo rispetto a quelli in muratura.

Come costruire un soppalco in legno

La prima cosa da fare per costruire un soppalco di legno è quella di misurare esattamente la superficie da soppalcare in modo da poter fare un preventivo il quanto più possibile accurato dei materiali che serviranno e, quindi, delle spese.

Il primo passo per la realizzazione vera e propria del soppalco è quella della costruzione della piattaforma di legno, che andrà ancorata alle pareti o al pavimento, a seconda del tipo scelto. L’ancoraggio alle pareti è il sistema più consigliato, in quanto lascia la zona sottostante libera, ma si può realizzare solo se se i muri sono portanti, perché vanno sistemate alle pareti le apposite staffe di ferro. L’ancoraggio al pavimento, invece, si fa con delle apposite colonne di sostegno da fissare al pavimento per mezzo di un’apposita piastra e va scelto nel caso in cui non si possa procedere con quello alle pareti. Ricordatevi, inoltre, che la zona soppalcata deve essere protetta da una balaustra alta circa un metro.

Per salire sul soppalco è necessaria una scala che deve essere scelta in base alle misure del soppalco stesso, di eventuali passaggi obbligati, di porte e finestre, mentre per lo stile basterà il gusto personale e, ovviamente quello generale del soppalco; generalmente, per evitare l’ingombro si punta su una scala lineare dai gradini oppure su scalette a chiocciola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>