Come fare una pizza con pochi ingredienti

di Valentina Cervelli Commenta

Vi sono dei momenti, sia per mancanza di tempo sia per difficoltà economiche, che tentare di mettere insieme un pasto può diventare un’impresa titanica. Si può ovviare, se si ha dell’acqua, farina e lievito, cucinando una pizza con pochi ingredienti.

Essenzialmente, per riuscire in questa piccola ma titanica impresa è necessario verificare cosa si può avere nel frigorifero o nella dispensa: in alcuni casi bastano anche delle erbe aromatiche per riuscire da dar vita ad una pizza gustosa. Partiamo dalla base della pizza: avere del lievito è basilare, ma in alternativa si può utilizzare un po’ di bicarbonato di sodio o farne a meno, se si ha la possibilità, tra le altre cose, di utilizzare dell’acqua frizzante per l’impasto.

Una volta creato lo stesso e lasciato a riposare, quello che è importante organizzare è ciò che gli anglosassoni chiamano “topping“. Se si possiede del formaggio, di qualsiasi tipologia, ovviamente si è a metà del lavoro: in caso contrario basterà del pomodoro o anche semplicemente dell’olio che possa aiutare a rendere morbida la parte superiore della pizza.

Non abbiate paura di sperimentare: pomodoro ed aglio se fatti cuocere danno vita ad una buonissima pizza rossa a prescindere dalla presenza o meno del formaggio.  La cipolla o le patate possono dar vita, con qualche spezia, ad un condimento gustoso. E se avete della verdura da parte, preparandola saltata in padella potete inserirla all’interno per per ottenere un manicaretto gustoso.

I pochi ingredienti non rappresentano un insuccesso per forza se non ci lascia prendere dallo sconforto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>