Come riconoscere i sintomi allergia da iodio

di Valentina Cervelli Commenta

Come riconoscere i sintomi dell’allergia allo iodio? Questa piccola guida può aiutare ad ipotizzare tale patologia: per averne la certezza ed ottenere una diagnosi seria con conseguente cura è necessario rivolgersi al proprio medico ed ad uno specialista allergologo.

Lo iodio è un elemento che il corpo umano utilizza per la sintesi degli ormoni tiroidei chiamati a regolare il metabolismo corporeo.  Esso è contenuto principalmente nel pesce (in particolare in alcune tipologie, N.d.R.) nella soia e nei latticini e se la persona è intollerante allo stesso possono manifestarsi reazioni avverse. Ecco i principali sintomi dell’allergia allo iodio:

  • Dermatite da contatto
  • Rash cutanei
  • Orticaria (quando ingerito)
  • Mal di pancia
  • Confusione
  • Diarrea
  • Vertigini
  • Difficoltà a respirare
  • Palpitazioni
  • Nausea
  • Vomito
  • Coscienza alterata
  • Polso accelerato.

Può verificarsi, sebbene in modo più raro ed in caso di forte allergia, anche shock anafilattico. A seconda di come si viene in contatto con lo iodio le manifestazioni possono cambiare: se ingerito è molto più probabile che sia abbiano reazioni come quelle descritte. Se al contrario si usa la tintura di iodio, che viene utilizzata comunemente come disinfettante, vi possono essere delle reazioni di tipo prettamente topico. Differenti e ben più gravi problemi possono verificarsi se lo iodio viene utilizzato come mezzo di contrasto per Tac ed esami diagnostici similari.

E’ necessario affidarsi ad un medico esperto per la diagnosi: non bisogna infatti confondere l’allergia allo iodio con quella ai crostacei.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>