Come creare un green roof, il tetto giardino

di Valentina Cervelli Commenta

Come creare un “green roof“, il tetto giardino? Non bisogna pensare che sia qualcosa possibile solo nei film: scoprirete in questo caso che con un minimo di impegno ed il materiale giusto è qualcosa di molto più semplice dell’idea che si ha.

Il primo passo da seguire è quello di creare una struttura di legno o plastica per mettere a dimora le piante che deve essere costruita per in modo tale da tenere lontani ristagni di acqua: ecco quindi che il substrato dovrà contenere per forza dell’argilla espansa o della perlite. E’ necessario controllare, in base ad ogni pianta, il giusto ph e la giusta fertilizzazione a seconda dei fiori o anche degli ortaggi scelti. E’ sempre meglio, ad ogni modo, puntare sia su un concime organico equilibrato e per l’irrigazione un sistema automatizzato, creato appositamente da regolare in base alle piante scelte.

La scelta delle piante

Bisogna poi passare alla scelta dei fiori. Da questo punto di vista, va detto, la botanica è venuta incontro alle esigenze degli appassionati indicando grazie ad uno studio le piante che più si adattano a questa soluzione. Scopriamole insieme:

  • Antennaria dioica
  • Calamintha Nepeta
  • Juniperus chinensis
  • Phlox sublata (varie specie)
  • Rhus aromatica
  • Sporobolus heterolepis

A livello estetico sono piante molto diverse, ma al contempo perfette per creare un green roof, un tetto giardino che sia in grado di mitigare bene la temperatura dell’abitazione circostante riuscendo allo stesso tempo a crescere in modo rigoglioso e colorato. Qualcosa da provare se si hanno gli spazi giusti per farlo.

Photo Credits | Alison Hancock / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>