Come decidere quanto farsi pagare per un lavoro?

di Valentina Cervelli Commenta

Come decidere quanto farsi pagare per un lavoro? Che si tratti di fare la baby sitter o qualsiasi altra mansione professionistica vi sono delle piccole regole da seguire per ottenere il meglio e riuscire ad essere pagati il giusto.

La prima cosa che bisogna verificare è se esista un tariffario ben preciso relativo alla propria professione: in caso la risposta sia positiva è necessario partire da quello per portare avanti le proprie richieste, soprattutto se si è dei liberi professionisti che dovranno avere a che fare con dei clienti.  Si può ovviamente trattare sulla tariffa oraria o per servizio ma sempre rimanendo consci del giusto da poter chiedere.

A questo si aggiungono altri fattori da tenere in considerazione, tra i quali spicca senza dubbio la sede di lavoro: quanto è distante? E’ facile da raggiungere? Bisogna tenere da conto la spesa dello spostamento ma allo stesso tempo non esagerare nelle richieste rimanendo nel giusto. Soprattutto per quei lavori come il baby sitting o le pulizie per i quali è davvero necessario stabilire una tariffa oraria che può cambiare addirittura a seconda della zona nella quale si deve lavorare. Non è un mistero che all’interno di una grande città ci si possa far pagare di più rispetto ad un piccolo paese per questa tipologia di lavoro.

Più in generale, anche quando si risponde ad un annuncio si deve riuscire a chiedere il giusto senza accontentarsi di offerte “schiavizzanti” che con il lungo andare possono solo portare la persona all’esaurimento. Serietà ed onestà devono essere sempre al primo posto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>