Come diventare pilota d’aereo

di Valentina Cervelli Commenta

Come diventare pilota di aereo? Si tratta di una professione molto particolare e per quanto possa sembrare strano, molto ricercata ultimamente dato il progressivo pensionamento dei piloti ed il ricambio generazionale minore del previsto.

Per raggiungere l’obiettivo però è necessario studiare tanto ed investire anche economicamente. Tecnicamente le strade da intraprendere sono due: la prima passa per un corso integrato per ottenere la licenza di pilota di linea, quella ATPL, mentre la seconda parte con l’acquisizione della licenza di pilota privato (PPL) e pilota commerciale (CPL) per poi iniziare a lavorare come primo ufficiale sugli aerei di linea. Insomma, è necessario mettere da parte il giusto numero di ore di volo effettive e tutta una serie di corsi per ottenere le abilitazioni per i diversi tipi di velivolo.

Di solito il percorso più lungo ma fatto di maggiori ore di volo è quello scelto dalla maggior parte delle persone perché consente di fare un’esperienza graduale ma altrettanto valida. Di solito i corsi per diventare pilota privati constano in 110 ore di lezione teorica e in 45 ore di volo.  Giunti alla conclusione di questo percorso di formazione, organizzato secondo i criteri europei relativi e riconosciuto dall’Enac. l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, è possibile ottenere una licenza Easa (European Aviation Safety Agency), riconosciuta in tutto il mondo. Il costo, va detto, non è alla portata di tutti: di solito si aggira intorno ai 6 mila-7 mila euro: un investimento da portare avanti se si è intenzionati a divenire piloti ed a fare di questa vita una professione duratura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>