Come fare le candele con le conchiglie

di Valentina Cervelli Commenta

Come fare le candele con le conchiglie? È possibile creare dei suggestivi gadget da arredamento ed utili lumini da utilizzare in caso di necessità con pochi semplici passi da eseguire: vediamo insieme come fare.

La prima cosa da fare è ovviamente recuperare delle conchiglie adatte allo scopo. Non si può pretendere di utilizzare quelle delle telline, è quindi importante o cercare sulla spiaggia delle conchiglie abbastanza grandi da poter contenere gli ingredienti a noi necessari una volta finita la loro pulizia o acquistarle presso rivenditori specializzati, selezionate da molluschi specifici. Se ha poi bisogno di candele scaldavivande o di avanzi di candela, un pentolino, un contenitore resistente al calore, nelle pinze dei fogli di giornale.

Le conchiglie più stabili dovranno essere prese e posate su una superficie piana: esse dovranno mantenersi in equilibrio senza troppi problemi. Una volta protetto il piano da lavoro con della carta di giornale si dovranno mettere le candele in un recipiente resistente al calore che verrà poi messo in un altro contenitore a bagnomaria per far sciogliere la cera.

Appena la stessa sarà fusa dovrà essere spenta la fonte di calore ed estratti gli stoppini con un paio di pinzette: questi dovranno poi essere appoggiati al centro del guscio di conchiglia è sempre tenendoli in modo perpendicolare bisognerà far colare un po’ di cera in ogni guscio in modo tale da far emergere almeno mezzo centimetro di stoppino dalla colatura.

Semplice no? Arrivati a questo punto non resterà a fare altro che fare asciugare le candele ottenute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>