Come rimodernare la cucina senza spendere troppo

di Valentina Cervelli Commenta

Come rimodernare la cucina senza spendere troppo? Talvolta bastano piccoli accorgimenti, anche una semplice sostituzione per cambiare l’aspetto di questa stanza completamente e senza dispendio eccessivo. Anche in momenti di crisi economica.

La prima cosa che si può fare per modernizzare una qualsiasi cucina è quella di giocare con i colori e con i contrasti, soprattutto per ciò che riguarda il piano della cucina. Basta sostituirlo per dare alla stanza un aspetto differente e, tecnicamente parlando, risolvere tutti quei problemi legati all’usura che possono essersi accumulati con il tempo.

Un’altra modifica che può essere sostenuta ad un costo irrisorio rispetto al cambiamento totale della cucina è quello dell’installazione di led per migliorarne l’illuminazione. Non è qualcosa che viene immediatamente pensato ma attraverso queste luci, se scelte colorate, si può rimodernare l’aspetto generale senza dover comprare nuovi mobili. Si tratta di qualcosa che funziona soprattutto se la cucina in questione è di colore bianco: l’effetto estetico è incredibile. E soprattutto si può giocare su colori fluo senza aver paura di sbagliare.

Ed infine, ma non per importanza, si può agire direttamente sull’arredamento dei pensili della cucina: stoviglie a vista, mini orti di erbe aromatiche, accessori colorati e non scontati: il colpo d’occhio è assicurato. Un consiglio in tal senso è quello di scegliere uno stile ben preciso da seguire con gli accessori, magari puntando sul vintage anni ’50-60 che tanto sta andando di moda ultimamente e che è in grado di trasformare la stanza con estrema facilità. Rimodernare senza spendere eccessivamente, è chiaro, è possibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>