Come salvare le piante dal caldo estivo

di Valentina Cervelli Commenta

Come salvare le piante dal caldo estivo? L’afa e la siccità sono i maggiori nemici della sopravvivenza della flora autoctona e tipica dei giardini e dei terrazzi: a seconda che di dove la pianta è collocata si dovrà agire in modo leggermente diverso.

 

La prima cosa da fare è quella di regolarsi efficacemente con l’acqua data alle piante: non bisogna limitarsi al solo strato superficiale. Se esse sono in vaso è necessario annaffiare insistendo fino a quando l’acqua non colerà dai fori del vaso. Anche la corteccia, specialmente con le piante costrette a rimanere all’esterno nonostante le forti temperature può essere utile per salvaguardarle dal caldo estremo.  Come utilizzarla? Pezzi della stessa vanno sparsi sopra la superficie del vaso o a piedi della pianta: essi funzioneranno come isolante per il caldo e manterranno più a lungo l’umidità del terreno. In alternativa si possono utilizzare anche foglie secche o trucioli di legno.

Altro piccolo trucco per salvare le piante dal caldo estivo è quello di mettere dell’acqua all’interno del sottovaso in modo tale da dare alle stesse le possibilità di assorbire lentamente l’acqua di cui hanno bisogno. Per ottenere lo stesso “effetto”, si possono conservare le bottiglie di plastica e praticare dei piccoli fori sui tappi. Una volta riempite d’acqua vanno conficcate nel terreno a testa in giù. Le piante assorbiranno l’acqua piano piano. Si tratta di un metodo utilizzabile sia normalmente se si effettua manutenzione continua, sia se si deve partire per delle brevi vacanze e non si vuole lasciare l’incombenza ad un vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>