Come salvare un’unghia spezzata

di Cinzia Iannaccio Commenta

Capita di aver curato a lungo la manicure per avere unghie splendide e lunghe. Sapete di cosa parlo vero? Ecco però che – magari poche ore prima di un evento importante- si spezza un’unghia lateralmente. Cosa fare? Di certo tagliarla sarebbe la soluzione ideale, ma talvolta questo accade alla base del letto ungueale e può essere doloroso, senza contare che un’unghia decisamente più corta rovinerebbe l’aspetto delle mani. Come savare un’unghia spezzata dunque?

Come salvare un'unghia spezzata

 

Chi è solito avere unghie lunghe dovrebbe sempre avere a portata di mano un kit specifico per le emergenze. Si tratta di lunette adesive o striscette e colle specifiche per la riparazione delle unghie ed acquistabili in una profumeria. Tuttavia può capitare come a me, di esserne sprovvista e dunque di dover far fronte al problema con quello che si ha in casa.

 

Occorre cercare in dispensa una bustina di tè (o camomilla), smalto ed una colla adesiva molto forte. La bustina va ripulita del materiale e ne va ritagliato un piccolo pezzetto, da applicare con la colla sull’unghia spezzata. Poiché quest’ultima può comunque rovinare l’unghia, occorre stenderla con attenzione o eventualmente sostituirla con uno smalto trasparente (sul quale applicare ben distesa la toppina prima che si asciughi), soluzione decisamente più semplice e pulita ma di minore efficacia.

Fatto ciò occorre rifinire l’unghia con la limetta e le forbicine e passare un nuovo strato di smalto trasparente. Se si vuole, alla fine, per uniformarne ulteriormente l’aspetto, si può applicare anche uno smalto colorato.

 

Provare per credere!

 

Leggi anche:

Come sbiancare le unghie ingiallite

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>