Come scegliere il vpn giusto

di Valentina Cervelli Commenta

Come scegliere il vpn giusto? Poco importa che si abbia necessità di coprire maggiormente la propria privacy in rete o si voglia vedere uno specifico programma in televisione: i Virtual Private Network tornano utilissimi per modificare la propria identità su internet.

Perché questo nome? Perché consentono di far lavorare un dispositivo in una rete privata rimanendo connessi e più in generale, in uso mainstream, danno modo di cambiare l’indirizzo ip facendolo figurare proveniente da una diversa location.  Non bisogna scordare che quando ci si collega ad Internet, si è identificati tramite quest’ultimo che non  è altro che un codice che consente di identificare l’indirizzo fisico del collegamento. Ma come scegliere il migliore?

Gratuito non sempre è pessimo

A seconda degli scopi per i quali deve essere utilizzato il vpn potrebbe dover essere più o meno completo e di valore. Spiegando meglio: ve ne  sono di gratuiti ed a pagamento, sotto forma di estensione o di eseguibile. Per alcune operazione di base le estensioni posso bastare, soprattutto se si sono specializzate con il tempo nello sbloccaggio di alcuni siti. Hola è una di quelle anche se negli ultimi tempi non funziona benissimo con Chrome. Tunnel Bear è un altro ottimo vpn gratuito, ma soffre di limiti di dati quindi non è adatto allo streaming

Vpn a pagamento

Vale la pena di acquistare un vpn a pagamento se si ha la necessità di mantenere sempre protetta la propria navigazione: in questo caso non bisogna farsi remore e CyberGhost è una buona opzione mainstream… da sfruttare anche solo nella sua versione trial gratuita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>