Come combattere la muffa in casa

 
Francesca Spanò
2 gennaio 2011
Commenta

Non è un problema raro e, purtroppo, si ripresenta costantemente: la muffa è un nemico temibile, da combattere non appena compare fra le quattro pareti domestiche. Eliminare, ma soprattutto prevenire una serie di macchie antiestetiche che indicano possibili infiltrazioni in corso non è sempre una cosa semplice, anche perchè le condizioni per farle moltiplicare in casa ci sono sempre. A partire dall’umidità prodotta dal bagno, dalla cucina, dalla soffitta o dalla cantina. Tali tipi di funghi trovano soprattutto in queste aree il terreno più fertile per mostrarsi nella loro peggiore veste.

Se non viene fermata, la muffa non si blocca solo alle pareti, ma può contagiare mobili e tessuti e, ancora, provocare allergie e disturbi di varia natura alle persone. Ecco, quindi, qualche consiglio per tenerla d’occhio, perchè pure in questo caso, prevenire è meglio che curare. :

  • non dimenticate di guardare periodicamente negli angoli a rischio della vostra abitazione, se è tutto a posto o se la formazione funginea sta cominciando a diffondersi indisturbata.
  • aumentate i controlli soprattutto nella stagione delle piogge o se siete a conoscenza di eventuali perdite o accumuli di umidità.
  • se notate che la carta da parati comincia a scollarsi, forse c’è qualche problema legato alle infiltrazioni.
  • bloccate tempestivamente fughe o accumuli di umidità.
  • Rattoppate le crepe o qualunque perdita proveniente dai tetti e dalle finestre.
  • se serve, aggiungete dei componenti isolanti o preferite i classici rimedi della nonna, applicando con una spugna una soluzione di ½ bicchiere di candeggina in 2 litri d’acqua, lasciando agire per alcuni minuti, per poi sciacquare con acqua, asciugando con un panno abbastanza ruvido;
  • se dovete ridipingere le pareti, utilizzate dei colori antimuffa.
  • lasciate entrare l’aria e i raggi solari nella stanza interessata dal problema.
  • pulite regolarmente tutte le stanze e i mobili, scegliendo prodotti igienizzanti e non troppo composti chimicamente.
  • lavate, infine, capi, tessuti ed arredi, con acqua calda e bicarbonato, facendo attenzione a non rovinare i colori.
Categorie: Casa
Tags: , ,
Articoli Correlati
Come eliminare le macchie di muffa dai vestiti

Come eliminare le macchie di muffa dai vestiti

La muffa è uno di quei nemici invincibili con cui tutti, prima o poi, dobbiamo fare i conti. Riuscire a stare in un posto in cui la muffa non si […]

Come combattere il sudore dei piedi

Come combattere il sudore dei piedi

L’eccessiva sudorazione dei piedi è purtroppo un problema molto comune, specie nella stagione estiva, quando le ghiandole sudoripare continuano a produrre umidità, provocando malattie fungine e fastidi dovuti al cattivo […]

Come eliminare la muffa tra le piastrelle

Come eliminare la muffa tra le piastrelle

Nella stanza da bagno o in cucina, la muffa è un nemico sempre in agguato, specie per quanto riguarda le fughe tra le piastrelle, dove si annida con maggiore facilità, […]

Come eliminare la muffa dai libri

Come eliminare la muffa dai libri

La muffa è la peggior nemica dei libri. Dopo aver letto un romanzo, specie se si tratta di un classico tramandatoci dai nostri nonni, il libro viene di solito riposto […]

Come prevenire ed eliminare la muffa

Come prevenire ed eliminare la muffa

Eliminare e prevenire la crescita e la diffusione della muffa e dei funghi in casa è una sfida costante. La presenza di umidità nel bagno, cucina, soffitta e cantina rende […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento