Come fare le bolle di sapone

di Daniela Commenta

Uno dei divertimenti preferiti dai bambini è fare le bolle di sapone e, in effetti, come dar loro torto? Grazie ai loro riflessi iridati, le bolle di sapone risultano essere molto affascinanti anche per gli adulti, specie se si riesce a farne tante soffiando nell’apposito cerchietto.

Un tubetto di bolle di sapone costa qualche euro, ma se ne volete farne tante e risparmiare un po’, potete provare a prepararle artigianalmente. Anche se le bolle sono semplicemente una miscela di sapone e acqua, esistono diversi metodi per realizzarle, e la differenza consiste nell’effetto che si vuole ottenere.

Vediamo insieme qualche ricetta per fare le bolle di sapone, partendo da quella più semplice; riducete in scaglie delle saponette fino ad ottenerne quattro cucchiai che unirete a quattro bicchieri d’acqua calda; lasciate riposare per un paio di giorni, dopodiché aggiungete un cucchiaio di zucchero e le vostre bolle saranno pronte; per aumentarne la resistenza, al posto dello zucchero usate un cucchiaio di miele.

Sempre per garantirsi bolle di sapone resistenti, mescolate un litro di acqua calda, appena bollita, 50 ml di detersivo per piatti, 60 ml di glicerina e un foglio di gelatina, che dovrete far sciogliere nell’acqua; attenzione, però: questa soluzione deve essere bollita tutte le volte che si vuole usarla perché la presenza della gelatina tende a farla solidificare.

Un’altra tra le diverse ricette per fare le bolle di sapone consiste nel mescolare 240 g. di detersivo per piatti concentrato, due litri di acqua distillata e una cucchiaio di glicerina: otterrete delle bolle piccole ma resistenti. Se, invece, volete che le vostre bolle durino a lungo, mescolate acqua, detersivo liquido e glicerina; senza correnti d’aria le bolle dureranno per diversi minuti.

Per finire qualche trucco per fare delle bolle di sapone degne di un artista: usate le miscele che avete preparato solo dopo qualche giorno di riposo, in quanto la schiuma sarà diminuita e gli ingredienti ben amalgamati; fate le bolle durante una giornata senza vento ma con molta umidità ed evitate di crearle in  luoghi troppo polverosi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>