Come pulire la grondaia

di Mariposa Commenta

Pulire la grondaia non è un lavoro difficile, quanto invece può risultare pericoloso. Purtroppo alcune sono posizionate davvero molto in alto e raggiungerle può essere complicato. È importante quindi, prima di ogni cosa, prendere le giuste misure di sicurezza, non lavorare mai da soli e possibilmente se si è troppo pesanti o troppo anziani cedere il passo ai giovani.

Prima di iniziare vi dovete procurare:

  • Una scala allungabile. Mi raccomando che sia una struttura stabile e che arrivi comoda a destinazione, altrimenti affittate un piccolo ponteggio. Costerà sicuramente di più, ma è più importante la salute.
  • Un casco
  • Dei guanti. Sono fondamentali, scegliete quelli da lavoro con l’antiscivolo perché  sono utili per aggrapparsi e per raccogliere il materiale dentro al tubo.
  • Scarpe antinfortunistiche. Anche in questo caso ciò che conta è la suola gommata.
  • Un secchio o dei sacchi di platica di media dimensione
  • Una paletta o unA cazzuolina per raccogliere le foglie. Vedete voi con cosa vi sentiti più comodi. Il concetto è quello di utilizzare uno strumento con un’impugnatura pratica, per raccogliere i depositi all’interno della grondaia.
  • Canna dell’acqua
  • Bastone

Raggiungete la grondaia con la scala o il ponteggio. Fate in modo che ci sia sempre qualcuno ad assistervi sotto: deve vigilare sulla scala e passarvi gli attrezzi di cui avete bisogno. Con la spatolina rimuovete i depositi. Di solito c’è del fango, magari anche un po’ di muffa e tante foglie. Non tutto verrà via con la paletta. Usate anche le mani e ovviamente svuotate tutto dentro al secchio o nei sacchetti.

Il secondo passaggio consiste nel lavare la grondaia. Fate arrivare la canna dell’acqua: dotatevi quindi di una canna abbastanza lunga e poi tenete conto che la spinta dell’acqua deve essere abbastanza forte, perché probabilmente dovrà risalire dal basso (il giardino) verso l’alto (il tetto). Fare quindi scorrere l’acqua per rimuovere le ultime impurità. Riuscirete così a capire se per caso si sono create, durante l’inverno, delle crepe o dei buchi.

Per pulire i tubi pluviali, invece, vi conviene usare un bastone (va bene anche il manico della scopa). Ricopritelo con della platica e fatelo passare attraverso il condotto chiuso. In questo punto potrebbero essersi create delle piccole ostruzioni, ma saranno facilmente risolvibili in questo modo.

Photo Credit| ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>