Come conservare i bulbi

di Gianni Puglisi 1

Come conservare i bulbi

Ormai manca poco alla fine dell’estate e la maggior parte delle piante del giardino inizia a sfiorire; questo è il caso anche delle bulbose primaverili che ci hanno deliziato per quasi due stagioni con le loro abbondanti e colorate fioriture. Adesso che sono sfiorite, però, non bisogna buttarle via, basta conservarle nel modo più appropriato per poterle ripiantare il prossimo anno.

Tra le bulbose a fioritura primaverile che possono essere conservate ci sono piante molto diffuse come  i tulipani e  i giacinti che, pur non temendo il gelo, è meglio togliere dal terreno per metterli a dimora l’anno successivo.

Prima di scoprire come conservare i bulbi, vediamo qual è il miglior metodo per toglierli dal terreno senza rovinarli. Lo sradicamento del bulbo dal terreno può essere praticato quando le foglie saranno completamente ingiallite, oppure prima dell’ingiallimento; in questo caso, quando togliete i bulbi dal terreno, fate attenzione a non staccare le foglie e lo stello e sistemateli in un recipiente con della terra nel quale dovrete lasciarli fino a quando le foglie si saranno seccate.

Quando le foglie si saranno completamente seccate potete procedere con le cure per la conservazione dei bulbi; innanzi tutto togliete la terra, lo stelo e le foglie e lasciateli asciugare per un paio di giorni in un piano di legno da tenere in un luogo riparato dal sole ma ben ventilata: questa accortezza è utile per evitare la formazione di muffe e funghi.

Per la conservazione potete scegliere diversi metodi: disporli all’interno di cassette di legno o di scatole di cartone, sistemarli all’interno di sacchetti carta, oppure avvolgerli, uno a uno, in fogli di carta da cucina, in ogni caso e bene dividerli per categorie e varietà in modo da ritrovarli facilmente la primavera successiva. Un’altra accortezza per evitare la formazione di funghi e per una migliore conservazione, è quella di cospargerli di fungicida.

Il luogo migliore per conservare i bulbi è un locale secco, areato e, soprattutto, al riparo dal gelo, in modo da garantire ai bulbi il totale riposo vegetativo; se temete che i bulbi sistemati all’interno delle cassette possano essere attaccati dai roditori, potete conservarli all’interno di un sacco di rete a maglio, come quelli delle arance o delle patate, da appendere a un gancio.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>