Come evitare il jet-lag e la stanchezza da viaggio

di Marco 0

Come evitare il jet-lag e la stanchezza da viaggio

Anche i viaggiatori più incalliti, quelli che girano il mondo in continuazione, potranno essere d’accordo sul fatto che un lungo viaggio, che si tratti di un viaggio d’affari o di una vacanza, può veramente essere molto stancante. Per non parlare degli effetti del jet-lag, cioè lo sfasamento del ciclo giorno-notte che può avvenire quando si viaggia da una parte all’altra del mondo. Ecco dunque alcuni consigli per evitare la fatica di un lungo viaggio e farvi sentire attivi sin da subito, appena rimesso piede in terra.

Fase 1: Organizza il tuo viaggio in ogni dettaglio per evitare spiacevoli sorprese che un viaggio mal pianificato può presentare, come un volo non confermato o la mancanza di alloggio dignitoso. Sono situazioni che causano stress estremo, il quale disperde molte energie.

Fase 2: Cerca di mantenere i tuoi ritmi, quando possibile. Può essere facile andare “fuori strada”, cambiando abitudini. Lasciare quindi un certo margine di tempo di inattività, soprattutto a seguito di un lungo viaggio in aereo.

Fase 3: Fai la tua pennichella solita, se non di più. Un modo per garantire questa tranquillità è chiedere la stanza più tranquilla possibile quando si effettuano prenotazioni in albergo, lontane dal parcheggio, da ascensori e altri tipi di rumori, come le zone ad alto traffico.

Fase 4: Fare uno sforzo per mangiare cibi sani. Può essere facile cadere nella trappola del fast food sulla strada, ma mentre un pasto fatto in due minuti può saziare l’appetito, non aiuterà il vostro livello di energia nel lungo periodo. Se c’è la possibilità, preferite una insalata o un pasto più leggero piuttosto che un hamburger unto e patatine fritte.

Fase 5: Quando si tratta di un lungo viaggio in cui siete voi a guidare, assicurarsi di avere il modo di stare sempre svegli. Una tazza di caffè o una bevanda energetica possono aiutare, e oggetti come salviette facciali monouso possono davvero tenerti sveglio e allontanare una sensazione di sonnolenza.

Fase 6: Praticare i vostri esercizi quotidiani, se normalmente lo fate anche a casa. Contrariamente a quanto qualcuno potrebbe pensare, l’esercizio fisico aumenta il tuo livello di energia nel lungo periodo, finché non si esagera.

Fase 7: Stimola la mente con la musica, una buona lettura, o una conversazione intrigante. I nostri livelli di energia possono derivare dal nostro stato mentale oltre che fisico, in modo da non trascurare l’importanza del cervello nell’equazione globale.

Fase 8: Fare uno sforzo per rimanere positivi e ottimisti per tutto il tempo. La depressione è strettamente legata alla fatica, quindi cercate di tenere la testa alta e il vostro livello di energia farà altrettanto. Se ci si sente soli o si ha nostalgia di casa, chiamare qualche persona cara per distrarsi un po’.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>