Come fare la calza della Befana

di Gioia Bò Commenta

Alzi la mano chi da bambino non ha atteso con ansia il giorno dell’Epifania, quello in cui arrivava la simpatica vecchietta a portare dolci e doni o cenere e carbone, a seconda di come ci si era comportati nell’anno precedente. Di solito la vecchina era buona e non lasciava alcun bambino senza neanche una caramella, anche se questi aveva fatto dannare la mamma per tutto l’anno.

Dolci ricordi che diventano realtà per i nostri figli o i nostri nipotini, i quali la notte tra il 5 ed il 6 gennaio andranno a dormire sperando di trovare al risveglio una calza piena di leccornie. Di calze ne esistono di tutti i tipi e per tutti i gusti, già pronte o da riempire, firmate, marchiate con il proprio personaggio preferito. Ma perché spendere inutilmente dei soldi quando possiamo divertirci a confezionare da soli una calza della Befana? Il divertimento è unico, così come la soddisfazione alla fine del lavoro e siamo certi che i vostri bambini apprezzeranno lo sforzo quasi quanto il contenuto della calza.

Il materiale migliore per confezionare una calza della Befana è sicuramente il pannolenci. Procuratevene di diversi colori (lo trovate con facilità in una qualunque merceria) e mettetevi all’opera per rendere il giorno della Befana davvero speciale. Disegnate su un foglio una calza, ritagliate lungo i bordi e poi riportate il disegno sul rovescio del pannolenci. Ora fate la stessa operazione voltando il disegno di carta e ritagliate nuovamente. In alternativa potete utilizzare una calza da uomo per disegnare la forma della calza della Befana, lavorando sempre sul rovescio del pannolenci.

Ora prendete i due pezzi ottenuti e fateli combaciare (sempre al rovescio), quindi cucite lungo i bordi, lasciando aperta la parte superiore. Se non siete bravi con ago e filo, potete incollare i bordi, facendo attenzione a non usare troppa colla per non togliere spazio all’interno della calza. Volendo, potete decorare la calza della Befana con un piccolo albero di natale, una stella o qualunque altro simbolo vi suggerisca la vostra fantasia, utilizzando pezzi di pannolenci di colori diverso.

E se non trovo il pannolenci? Niente paura. Rovistate nel vostro armadio e cercate una sciarpa colorata che non utilizzate più: l’effetto sarà diverso, ma il risultato è il medesimo. Buon divertimento e… non dimenticate di riempire la calza!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>