Come combattere l’antracnosi delle piante

di Valentina Cervelli Commenta

Come combattere l’antracnosi delle piante?  Questa è una malattia fungina delle piante causata da funghi del genere Collitrico ( essa è infatti anche conosciuta con il nome di colletotricosi, N.d.R). Si tratta di un problema che approfitta delle ferite prodotte sulle piante per parassitarle.

Generalmente questo fungo si propaga con dimestichezza e facilità grazie alle spore che rimangono sul terreno e che sopravvivono anche alle basse temperature dell’inverno. Il Colletoctrichum lindemuthianum, questo il suo nome scientifico, è particolarmente attivo in primavera grazie alle temperature più alte ed ala crescita dell’umidità: il suo target principale sono principalmente i germogli e foglie più giovani, mentre i rami più importanti possono essere colpiti nel corso dell’intero anno. I sintomi principali? L’ispessimento delle foglie e la loro deformazione, accompagnate da macchie tondeggianti color ruggine che necrotizzano

Come combattere l’antracnosi

Come combattere questa malattia che nei casi più gravi può portare anche alla defogliazione dell’intera pianta? La prima cosa è muoversi in modo celere. Ecco qui che per prima cosa bisogna eliminare le foglie colpite disinfettando le forbici prima di ogni taglio per non contaminare nuovamente la pianta ed in seguito utilizzare un prodotto fungicida a base di rame o zolfo. In alternativa possono essere utilizzati dei prodotti triaziolici o propiconazolo. Se ad essere colpito è un ortaggio non si può pensare di recuperare la pianta e per evitare di far ammalare le altre è necessario eliminarlo e bruciarne i resti. E’ importante ricordare che soprattutto in caso di questo fungo infatti, non vi è una specie immune dall’infezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>