Come comportarsi quando si viene punti da un’ape o una vespa

di Francesca Spanò Commenta

Le punture di ape e di vespa sono molto temute, non soltanto dalle persone allergiche; possono, infatti, essere parecchio fastidiose e dolorose e guarire dopo qualche tempo, tuttavia intorno ad esse sono sempre sorte troppe credenze popolari. Per prima cosa, infatti, non è vero che la puntura della seconda è alcalina, mentre quella della prima è solo leggermente acida. La gran parte di “rimedi della nonna”, quindi, non sempre sono efficaci se non per fornire un sollievo di breve durata, in quanto la chimica di questa irritazione è più complessa di quella immaginata. Spesso si mette a bagno la zona colpita nell’aceto, oppure si cura la puntura d’ape in soda bollente, ma si sta meglio soltanto per poco tempo, mentre bisogna intervenire seguendo le giuste precauzioni.

Se ad agire è stata un’ape, allora il dolore potrà essere notevolmente inferiore se il pungiglione viene rimosso subito. Ovviamente si tratta di una operazione che deve essere eseguita con la massima attenzione attraverso le unghie, le pinzette o una lama affilata. L’attenzione necessaria in questo caso, però, deve essere assolutamente quella di non premere la sacca della puntura, perchè altrimenti verrà iniettata nella ferita una quantità maggiore di veleno.

Qualunque ferita, comunque, va immediatamente lavara con sapone e acqua e, per ridurre il gonfiore, la parte dolorante va messa sotto l’acqua fredda o coperta con del ghiaccio all’interno di un panno. Non è consigliabile, invece, applicare direttamente il ghiaccio sulla pelle. Il pizzicore, poi, si può eliminare con un prodotto antistaminico per morsi e puntura anchde assunto per via orale. Una buona idea, ancora, può essere applicare una lozione alla calamina per raffreddare la ferita e alleviare il pizzicore. Se quest’ultimo però è molto intenso, a questo punto è il caso di recarsi in farmacia per farsi somministrare una pomata a base di steroidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>