Come inamidare i centrini

di Gioia Bò Commenta

Avete appena finito di creare il vostro centrino all’uncinetto, ma ora avete l’esigenza di renderlo “duro” e pensate che l’appretto che usate solitamente in fase di stiratura non sia sufficientemente efficace. Come fare allora per inamidare il vostro centrino, affinché faccia bella mostra di sé sul mobile dell’ingresso o sul tavolo del salotto?

Ci sono diversi metodi per ottenere un risultato strabiliante, a seconda del grado di “durezza” che volete dare al vostro capolavoro. In ogni caso si tratta di metodi semplici ed economici, ben più efficaci dei prodotti acquistati nei negozi di detersivi.

E allora date un’occhiata dopo il salto e troverete le giuste dritte per orientarvi a seconda delle vostre esigenze, in modo da avere centrini perfettamente inamidati.

Il primo metodo consigliato è quello che prevede l’uso della colla di pesce. Come fare? Si mette in ammollo un foglio di colla di pesce in acqua calda (basta una piccola quantità per far sciogliere il foglio) e poi si immerge il centrino per qualche minuto. Successivamente si estrae il centrino e si lascia asciugare, regalandogli la forma desiderata (qui parliamo di pizzi distesi, ma si possono creare anche delle scatoline, dei cesti…).

Il secondo metodo per inamidare i centrini è quello che prevede l’uso dello zucchero in acqua calda. Le dosi consigliate sono 1 parte di zucchero per sei di acqua, ma è chiaro che molto dipende dalla consistenza che volete ottenere (nel caso, aumentate lo zucchero e diminuite l’acqua). Come procedere? Si versa l’acqua in un pentolino e si porta ad ebollizione, aggiungendo poi lo zucchero e mescolando finché quest’ultimo non si scioglie completamente. Si lascia poi raffreddare il tutto e si immerge il centrino, lasciando in ammollo per qualche minuto. A questo punto si estrae dal pentolino e si lascia asciugare, senza strizzare, modellandolo a seconda della forma che si vuole ottenere.

L’ultimo metodo è quello che richiede l’utilizzo dell’amido sciolto in un po’ di acqua tiepida. Questo metodo è valido solo per i centrini di colore bianco, che raggiungono la loro forma senza stiratura, poiché l’amido tende ad attaccarsi alla piastra del ferro, rendendo inutile il lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>