Come lucidare l’argento

di Gioia Bò Commenta

Date un’occhiata alla vetrina del salotto e rispondete in tutta sincerità: siete soddisfatti della lucentezza della vostra argenteria? Probabilmente molti di voi risponderanno in modo negativo alla domanda, nascondendosi dietro la scusa della difficoltà nel pulire gli oggetti preziosi, dopo averle provate davvero tutte.

In realtà esistono dei prodotti appositi per mantenere lucido l’argento, ma spesso il risultato non è soddisfacente o magari il prodotto in questione è talmente costoso da farci passare la voglia di lucidare.

E allora come fare per ottenere un buon risultato, spendendo solo pochi euro o servendoci di ciò che abbiamo in casa? Ci sono diversi metodi per tenere pulita l’argenteria e, seguendo le istruzioni dopo il salto, diventerete dei veri esperti nell’arte della lucidatura.

Il sistema di gran lunga più utilizzato è quello che prevede l’uso del dentifricio. Possibile? Ebbene si, a patto che l’oggetto da lucidare sia tenuto per almeno 5 minuti in una soluzione di acqua calda e sapone neutro. Dopo l’ammollo, si procederà all’asciugatura e poi si tratterà l’oggetto con uno spazzolino da denti a setole morbide e con una punta di dentifricio da strofinare con movimento circolare.

A questo punto si risciacqua il tutto con acqua tiepida e si asciuga con un panno morbido di cotone. Provate e vedrete che l’argento riprenderà la sua lucentezza, tanto da sembrare appena acquistato.

Un altro metodo efficace per la pulizia dell’argenteria è quello che prevede l’utilizzo di una vaschetta di alluminio (quelle per congelare gli alimenti in frigo per intenderci), riempita di acqua tiepida con l’aggiunta di un paio di cucchiaini di sale fino. Si lascia l’oggetto in ammollo per qualche ora e poi si lucida con un panno morbido, fino a che non raggiunge la brillantezza desiderata.

Questi sono i due sistemi più utilizzati per la pulizia dell’argento, ma se avete consigli da darci in proposito, saremo ben lieti di proporre un nuovo articolo sull’argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>