Come piantare le patate

di Daniela Commenta

piantare le patate

Le patate sono un tubero commestibile che costituisce la base per molti piatti e preparazioni alimentari. Se avete un orto o anche semplicemente un vaso grande potete piantare le patate in casa, dato che è una coltivazione piuttosto facile.

Per coltivare le patate il primo elemento da considerare il terreno: per ottenere un buon raccolto il terreno deve essere a pH leggermente acido e ricco di materiale organico, di potassio e fosforo e povero di calcio. Il terreno deve essere dissodato procedente con la zappa o se le dimensioni dell’orto lo consentono, con mezzi meccanici. Eliminate dal terreno le pietre e rendetelo il più soffice possibile; dopodiché concimate il terreno usando un prodotto specifico o mescolando il terreno a cenere stallatico fermentato.

Come piantare le patate

A proposito delle patate, parlare di semina  è improprio, dato che la patata non ha semi ma si moltiplica con i tuberi dotati di germogli, pertanto basterà interrare una normale patate dotata di almeno due germogli. Per l’interramento bisogna tracciare nel terreno dei solchi profondi circa quaranta centimetri ad una distanza l’uno dall’altro sempre di 40-45 centimetri. Sistemate le patate nei solchi distanziandole una ventina di centimetri l’una dall’altra e poi ricoprite le buche con il terreno. Generalmente le operazioni di interramento si effettuano alla fine dell’inverno per raccogliere le patate a primavera inoltrata.

Quando le piantine inizieranno a spuntare, dovrete rincalzarle continuamente con altro terreno e togliere le eventuali malerbe; se la stagione non è piovosa dovete annaffiare le piantine ma senza creare ristagni; quando avranno raggiunto un’altezza di circa dieci centimetri effettuate una concimazione con un prodotto a base di potassio.

In primavera inoltrata le patate potranno essere raccolte: ve ne accorgerete perché le piante inizieranno a seccare: scavate per raccogliere i tuberi ma prima di toglierli dal terreno lasciate le patate a terra ancora qualche giorno in modo che il sole ne completi la maturazione. Trascorso questo tempo potete raccogliere le patate. Per finire un’accortezza: per evitare che diventino verdi conservatele al buio.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>