Come stirare i vari tessuti senza fatica

 
Gioia Bò
15 marzo 2010
Commenta

Stirare è generalmente una delle faccende domestiche meno amate dalle casalinghe, poiché richiede tempo e fatica, costringendoci inoltre a stare in piedi per tutto il tempo. Purtroppo però è un’operazione estremamente necessaria, a meno che non si voglia andare in giro con un aspetto trasandato, fatto di inestetiche pieghe e pieghette.

Volendo, si può risparmiare tempo e fatica, portando il nostro bucato in una stireria, ma volete mettere l’enorme esborso economico che tale lusso comporterebbe?

E allora ecco qualche dritta per stirare senza fatica tutti i tessuti, ricordando che un’ottima stiratura comincia nel momento in cui tirate fuori il bucato dalla lavatrice per stenderlo ad asciugare.

Cosa significa? Il peggior nemico della casalinga è la fretta ed è quindi facile che, al momento di stendere il bucato, non stia lì a controllare come appendere magliette e pantaloni, ad esempio. E invece questo aspetto è di fondamentale importanza, se si vuole risparmiare sulla fatica e stirare quanto più velocemente possibile. Inutile ricordare alla perfetta casalinga che magliette e camicie vanno appese “per le ascelle”, mentre pantaloni e gonne devono essere fermati per la cinta.

Un altro consiglio utile, anche se scontato, è quello di piegare il bucato una volta ritirato, in modo che non si formino ulteriori pieghe difficili da togliere. Ci sono poi delle dritte che riguardano i vari tessuti, poiché ognuno di essi ha un metodo specifico per trovare subito la giusta piega.

Il cotone e la tela, per esempio, vanno stirati umidi, mentre il velluto non va assolutamente stirato per non fargli perdere l’aspetto caratteristico e ritrovarsi poi con degli indumenti lucidi.

Il crespo in seta si stira con il ferro tiepido, così come la lana (preventivamente fatta asciugare lontano da fonti di calore). Gli indumenti di nylon non hanno bisogno di stiratura, mentre quelli in seta devono essere stirati ancora umidi con ferro caldo ma non bollente.

Per concludere, ricordiamo che per facilitare ulteriormente le operazioni di stiratura, sarebbe opportuno lasciare asciugare camicie, giacche, felpe… su una gruccia.

Categorie: Casa
Tags: , ,
Articoli Correlati
Come evitare di stirare

Come evitare di stirare

Stirare è uno dei lavori domestici più odiati dalle donne: ore e ore perse dietro all’asse da stiro cercando di togliere le pieghe a pantaloni e magliette. Pensate a quanto […]

Come stirare un paio di pantaloni

Come stirare un paio di pantaloni

Stirare i pantaloni è forse una delle cose più complesse, dopo la camicia da uomo. Purtroppo non basta conoscere la tecnica (che ora vi spieghiamo), ma bisogna fare un po’ […]

Come lavare i tessuti di seta

Come lavare i tessuti di seta

La seta è un tessuto molto bello ma anche particolarmente delicato, al quale è necessario prestare determinate attenzioni al momento del lavaggio, in modo da non rovinarlo; in linea generale, […]

Come scegliere un ferro da stiro

Come scegliere un ferro da stiro

Stirare, che problema! Ci sono perfette casalinghe che pagherebbero pur di non sottoporsi a tale tortura, specie in questo periodo dell’anno, quando l’operazione rischia di trasformarsi in una vera e […]

Come stirare una camicia

Come stirare una camicia

Non tutte le casalinghe amano stirare, figuriamoci poi se si tratta di dover stirare una camicia, vale a dire il capo d’abbigliamente in assoluto più antipatico da passare sotto il […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento