Come combattere la cervicalgia

di Giulia Tarroni 0

La cervicalgia è un dolore localizzato alla base del collo e del cranio, che si origina il più delle volte dalla contrazione dei muscoli delle vertebre, che sostengono collo e testa. Spesso la cervicalgia è causato dalla somatizzazione di uno stato di ansia, per cui ha origine psicofisica più che muscolo tensiva. Ecco come combattere la cervicalgia in maniera più o meno definitiva.

Come combattere la cervicalgia

Fisioterapia e anti infiammatori

La cura per questo stato tensivo si deve protrarre nel tempo per avere efficacia: tra i più utilizzati ci possono essere cicli di fisioterapia e somministrazione di antiinfiammatori, antidolorifici e rilassanti muscolari.

Stretching e yoga per distendere i muscoli

Tra i metodi più efficaci per diminuire il dolore a lungo vi sono lo stretching quotidiano e l’uso di tecniche di rilassamento muscolare come yoga o bio feed-back.

Cappello decontratturante

Tra le tecniche meno invasive, vi è anche quella del cappello decontratturante, ovvero un cappello di cotone nella cui parte posteriore vengono inseriti dei piccoli pesi di piombo graduati. In tal modo la testa resta sempre eretta e non i sposta in avanti, spostando in maniera graduale il baricentro del capo, mantenendo il più possibile i muscoli della testa e del collo a riposo.

Un bite per chi ha problemi mandibolari

Se la cervicalgia è causata invece da una malaocclusione della mandibola, ovvero da un problema di masticazione, in tal caso la contrattura dei muscoli cervicali può essere legata a quelli della mandibola: vi consiglio di consultare uno specialista per verificare la possibilità di inserire un bite.

Foto credit Thinckstock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>