Come combattere la stanchezza

di Francesca Spanò 0

Come combattere la stanchezza

Combattere la stanchezza fisica e mentale si può e l’esercizio fisico, in questo senso, è assolutamente indispensabile. E’ in grado, infatti, di allontanare il cattivo umore e di schiarire la mente, a qualunque età. In ogni caso, se l’affaticamento persiste e non si notano risultati positivi, è chiaro che dovete consultare il medico per scongiurare possibili altri disturbi che vanno curati immediatamente. Potrebbe trattarsi, infatti, di problemi legati all’anemia, la depressione o disfunzioni della tiroide. Chi ha disagi dovuti alla concentrazione, non riesce a parlare in modo chiaro o mostra il bisogno di dormire se solo comincia a leggere o accende il computer, allora potrebbe accostari subito ai rimedi naturali, magari consigliati da un esperto in materia erboristica.

Incrociare braccia e gambe, può essere molto rilassante, una dato confermato dai kinesiologi perchè riporta in equilibrio l’emisfero destro e sinistro del cervello. Si armonizzano in tal modo pure le energie fisiche e mentali e si ritrova l’energia giusta. Quando lo stress è troppo e il sonno è disturbato, può essere d’aiuto assumere per 3 o 4 volte al giorno, il sale minerale Kali phosphoricum, in grado di ripristinare il metabolismo del potassio. E’ pure un ottimo tonico anti-stanchezza.

Per quanto riguarda, invece, i fiori di Bach, quando ci si sente troppo stanchi, ci si può accostare ad Oliva adatto per quel tipo di fatica totalmente debilitante. Chi si sente esausto, ancora, può  avvicinarsi al t’ai chi. Il flusso lento e costante dei movimenti, aiuta a conservare l’energia e liberare i blocchi presenti nei percorsi energetici del corpo. Ricordate anche che la disidratazione è una causa importante di stanchezza. Per questo motivo, cercate di bere moltissimo, almeno due litri o otto bicchieri di acqua al giorno. Il ginseng, infine, è utilizzato da secoli per la debolezza in generale e l’esaurimento. Recentemente è stato pure dimostrato che contiene steroidi simili zagli ormoni sessuali umani, che ne spiegherebbero le proprietà benefiche.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>