Come comperare un cane

di Gianni Puglisi 0

Come comperare un cane

E’ il compleanno di vostro figlio e volete regalargli il cucciolo tanto desiderato. Come fare? Il modo migliore per assicurarsi la felicità del bambino e del cane sarebbe quello di visitare un canile e scegliere un cucciolo abbandonato e destinato a restare per chissà quanto tempo in una gabbia, spesso nelle mani di gestori irresponsabili e senza scrupoli.

Ma c’è anche chi desidera un cane di razza o magari un cucciolo di poche settimane e non sempre è facile trovare all’interno di un canile animali che rispondono a tali criteri di scelta.

E allora come fare per acquistare un cane? Leggete i nostri consigli e vi porterete a casa il cane che desiderate, facendo la felicità di vostro figlio e (si spera) dell’intera famiglia.

Prima ancora di comperare un cane dovete domandarvi se avete lo spazio necessario per accoglierlo e se potete garantirgli tutte le attenzioni che richiede. Un cane non è un giocattolo ed ha bisogno di cure ed attenzioni continue, così come un bambino. Comperare un cane solo per soddisfare i capricci di vostro figlio, sapendo bene di doverlo abbandonare all’arrivo delle vacanze, è di una crudeltà inaudita (oltre ad essere perseguibile a norma di legge).

Bene, detto questo, passiamo all’acquisto. E’ il momento di visitare un allevamento di cani, perché il modo migliore per assicurarsi della qualità del cane e delle sue condizioni fisico-igieniche è proprio quello di andare sul posto.

Da cosa si riconosce un buon allevamento per cani? Basta guardarsi intorno e verificare lo stato igienico del posto, la grandezza delle gabbie, la qualità dell’alimentazione… Inoltre un buon allevatore dovrebbe informarsi sulle motivazioni che vi hanno portato alla scelta ed assicurarsi che abbiate abbastanza spazio in casa o in giardino e che possiate garantire all’animale tutte le cure necessarie. Insomma, dovrete avere l’impressione che l’allevatore non stia cercando di liberarsi del cane, ma che voglia metterlo in mani sicure.

Come assicurarsi che il cane sia in salute? Beh, l’allevatore dovrebbe fornire il libretto sanitario dell’animale, ma voi intanto potete controllare che non abbia croste, naso sporco, occhi lacrimanti, pulci o zecche.

E se volete un cane con il pedigree, controllate che abbia un tatuaggio sull’orecchio o sulla coscia (se il cane ha almeno quattro mesi di vita) e chiedete all’allevatore tutta la documentazione relativa al libro genealogico.

Ed ora prendete il vostro cucciolo e portatelo a casa, ma soprattutto amatelo e non abbandonatelo al proprio destino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>