Come fare: breve guida al risparmio energetico

di Francesca Spanò 1

Il risparmio energetico è uno dei temi più attuali e scottanti degli ultimi tempi. Per salvaguardare il pianeta sfruttando le risorse a disposizione in natura ma anche per far rientrare sensibilmente le spese mensili, è infatti indispensabile cambiare atteggiamento e imparare qualche trucco per evitare gli sprechi. Le idee in materia sono tante e personalizzabili, ma esistono almeno sei punti che vanno assolutamente rispettati. Ogni famiglia che presta attenzione alle spese riguardanti l’energia dovrebbe almeno:

  • istallare un termostato;
  • utilizzare lampadine a basso consumo;
  • isolare il più possibile la casa,
  • sigillare porte e finestre
  • abbassare la temperatura dell’acqua
  • evitare di far disperdere il caldo o il freddo prodotto da stufe o condizionatori, fuori dall’abitazione;

Per ridurre le bollette legate al riscaldamento fino al trenta per cento ogni anno, la prima misura da adottare in una abitazione è quella di acquistare un termostato.Questo dispositivo, infatti, non regola soltanto la temperatura ma è dotato di un timer che controlla la quantità di calore presente in una struttura. Se coloro che la abitano sono fuori, ad esempio, è perfettamente inutile che continui a funzionare a pieno ritmo, creando un danno all’ambiente ed anche al portafoglio. Le spese per l’acquisto saranno, quindi, ammortizzate velocemente, grazie alla diminuzione delle tasse da pagare mensilmente. Un altro importante accorgimento è quello di non far disperdere il calore fuori casa e di osservare, quindi, attentamente dall’esterno che non vi siano fori, anche piccoli, che possano lasciarlo sfuggire. Individuata la perdita, si potrà subito riparare con un mastice al silicone.Per sigillare porte e finestre, esistono delle speciali guarnizioni isolanti, poco costose e semplici da inserire. Per la porta d’ingresso, invece, bisogna prendere delle protezioni adatte come una striscia di plastica flessibile o una a spazzolino da fissare alla base. Stessa cosa se nell’abitazione è compreso un garage.

Le lampade fluorescenti compatte, dette anche a basso consumo, sostituiscono quelle a incandescenza  e durano fino a dodici volte di più. Permettono, inoltre, di risparmiare tra il 64 e l’82 per cento e, quindi, costituiscono un piccolo ma intelligente investimento. Altra regola è quella di isolare la casa, utilizzando strisce di lana di vetro  stendendole nei punti dove è possibile che avvengano delle dispersioni di calore. L’ultimo consiglio ma non in ordine di importanza, è quello di abbassare la temperatura dello scaldabagno, regolando la temperatura intorno ai 50°.In questo modo si eviterà anche di scottarsi quando si apre il rubinetto e si risparmierà energia.

Commenti (1)

  1. Indicazioni utilissime, grazie 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>