Come fare un’insalata di riso

di Gioia Bò Commenta

Uno dei piatti che maggiormente ricorda la stagione estiva è l’insalata di riso, fresca, gustosa e – soprattutto – facile da preparare. Un grande vantaggio nel preparare questo piatto è rappresentato poi dal fatto che si può conservare in frigorifero, risultando ancor più appetitoso se consumato il giorno successivo a quello della preparazione.

Sicuramente le cuoche alla lettura non hanno bisogno di consigli in questo senso, ma bisogna partire dal presupposto che non tutti sono degli chef professionisti e che potrebbe accadere anche di trovarsi di fronte a qualcuno che non sa neppure da dove cominciare nella preparazione di un’ottima insalata di riso.

E allora ecco qualche consiglio pratico, nella speranza che alla fine della lettura possiate cimentarvi con profitto nell’arte della cucina.

Per prima cosa occorre stabilire le porzioni e qui non possiamo aiutarvi più di tanto, considerando che ognuno si regola secondo il proprio appetito e quello dei familiari/amici. E’ chiaro però che un chilo di riso, ad esempio, per una sola persona rappresenta sicuramente uno spreco, mentre un solo etto può risultare insufficiente. Insomma, regolatevi secondo le vostre esigenze e – nel dubbio – ricordate che è meglio esagerare piuttosto che ritrovarsi con delle porzioni scarse.

Ora è il momento di mettere a bollire l’acqua per la cottura, aggiungendo una quantità sufficiente di sale. Mentre l’acqua si scalda cominciate e preparare il condimento, utilizzando i classici condiriso da arricchire con altri ingredienti a vostro piacimento. Quali? Potete aggiungere dei wurstel tagliati a rotelle o del prosciutto cotto tagliato a dadini; potete aggiungere del formaggio dolce o dei pezzi di pomodoro o ancora preferire delle olive (meglio se denocciolate) e dei capperi.

Se amate il gusto delle uova sode, provvedete a farle bollire mentre il riso è in fase di cottura, così da averle pronte al momento giusto. Una volta che il riso avrà raggiunto la cottura desiderata (occhio a non farlo scuocere!), si mette a raffreddare e poi si condisce con tutti gli ingredienti preparati in precedenza. Quando il riso sarà sufficientemente freddo, si mette in frigorifero per qualche ora e poi si serve in tavola. Buon appetito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>