Come insegnare a leggere ad un bambino

di Marco 0

Come insegnare a leggere ad un bambino

Insegnare ad un bambino a leggere può sembrare un compito arduo, soprattutto se non avete l’inclinazione naturale all’insegnamento o la pazienza di insegnare. Ma se è vero che l’apprendimento inizia a casa, e che il vostro bambino deve prima imparare a leggere a casa, e non a scuola, forse è il caso di impegnarsi un po’ in quest’attività.

L’apprendimento a scuola dovrebbe essere complementare a ciò che il bambino impara a casa. Se avete poca pazienza, o vostro/a figlio/a non sembra interessato ad imparare, si può aggirare l’ostacolo utilizzando dei giochi come strumento didattico per la lettura in modo da rendere divertente ed efficace l’insegnamento. Vediamo dunque come fare.

Fase 1: Relazionare le parole con le sue esperienze precedenti. Questo è un primo passo necessario per preparare il bambino alla lettura. Gli studi dimostrano che il modo migliore per insegnare ai bambini a leggere è sviluppare la sua conoscenza orale della lingua. Questo perché le parole avranno senso solo se è in grado di metterle in relazione ad uno schema esistente (le sue esperienze precedenti). Per esempio un bambino che ha visto un cane sarebbe meglio disposto ad imparare quali sono le lettere che compongono la parola “cane”. Questo passaggio, estremamente piacevole, è sfruttabile in luoghi speciali come giardini zoologici oppure portandolo in giro e mostrandogli gli oggetti ed il loro corrispettivo scritto.

Fase 2: Gioca con le lettere di plastica. In un’era in cui tutto è elettronico, le lettere di plastica o di cartone continuano ad essere molto utilizzate per una buona ragione: sono molto efficaci nell’insegnamento della lettura. Inizia con l’insegnamento dei suoni corrispondenti ad ogni lettera, e poi chiedi al bambino di mostrare, ogni suono, a quale lettera corrisponde.

Fase 3: Una volta che il bambino ha imparato ad associare le lettere ai suoni, dovrebbe essere in grado di formare delle parole. Mostragli parole semplici come “cane” o “casa”, scandendo bene le lettere, e poi chiedigli di ripetere l’operazione. Questo renderà tutto un gioco per lui.

Fase 4: Utilizza schede con immagini e parole. Uno dei modi migliori per costruire la conoscenza delle parole in un bambino è di mostrargli delle schede con immagini e parole corrispondenti. Queste si possono acquistare nelle librerie, negozi di giocattoli o si possono anche stampare in casa. Si dovrebbe iniziare con i nomi di oggetti che hanno familiarità molto elevate per il bambino. Un altro modo è quello di etichettare gli oggetti reali in giro per casa. Una volta che il bambino sarà abituato a vedere su ogni oggetto un foglio con il suo nome, si abituerà alle lettere e saprà associarle all’oggetto stesso. Per testare la sua conoscenza, dopo alcuni giorni, si possono staccare tutte le etichette e chiedere al proprio figlio di attaccarle sull’oggetto corrispondente.

Fase 5: Utilizzare i giochi disponibili su Internet. Internet è un paradiso ricco di opportunità per insegnare ai vostri bambini a leggere. I giochi disponibili sono altamente interattivi e hanno tempi rapidi di risposta, in pratica la lettera viene scritta digitando un tasto e non con l’operazione più complessa della penna, e questo renderà l’associazione più semplice. L’importante è affiancare sempre il bambino in questo genere di operazioni.

Se l’attività della lettura sarà associata al divertimento, questo contribuirà a sviluppare in lui una motivazione a farlo anche senza il vostro supporto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>