Come insegnare a parlare ad un bambino

di Gianni Puglisi 0

Come insegnare a parlare ad un bambino

Da quando nasce, ogni giorno il bambino impara cose nuove, e voi vorrete essere lì per assistere ad ogni entusiasmante attimo. Quei suoni gorgoglianti possono non assomigliare molto ai termini di un linguaggio vero e proprio, ma se si ascolta con un orecchio un po’ più attento, si sentirà il bambino tentare di imitare i suoni che si riproducono intorno a lui, comprese le parole. Ecco dunque come assistere ed incoraggiare l’istinto naturale del bambino di comunicare, cercando di insegnargli a parlare.

Fase 1: Lasciate che il vostro bambino segua la sua strada. Molti esperti concordano sul fatto che forzare troppo l’apprendimento intellettuale per renderlo più veloce può causare alcuni problemi emotivi o fisici come la balbuzie, che sono esattamente l’opposto di ciò che si vuole realizzare. Se il bambino sembra frustrato, stanco o disinteressato, lasciate stare momentaneamente l’insegnamento per provare a riprenderlo dopo circa una settimana.

Fase 2: Parlate con il vostro bambino. Quando parlate al vostro bambino, guardatelo negli occhi e vedete la sua reazione. Alcuni bambini guarderanno con attenzione la vostra bocca e addirittura cercheranno di imitare i movimenti senza emettere suoni in un primo momento.

Fase 3: Quando gli parli, fallo in modo lento e chiaro. Quando provi a parlare con un bambino, per fare in modo che ti capisca è importante sottolineare una o due parole importanti e muovere la bocca e la lingua lentamente, scandendo bene le parole in modo che possa comprenderle più facilmente.

Fase 4: Fate guardare al bambino la vostra bocca. I bambini sono interessati a tutti quei suoni meravigliosi, ed anche da dove essi provengono. Questo potrebbe essere il motivo per cui a molti piace mettere le dita in bocca. Lasciateglielo fare. Dare loro una dimostrazione spalancando la bocca il più possibile mentre si scandiscono le parole. Questo potrebbe fargli passare la voglia di mettersi le dita dentro senza forzarlo.

Fase 5: Ripetere il loro modo di parlare, persino quando è confuso. Questo gli dimostra che avete sentito cosa stava cercando di dire, e fate finta di aver capito. Quando si avvia la conversazione accertarsi di utilizzare parole reali, e non confuse come quelle del bimbo.

Fase 6: Premia i suoi risultati abbondantemente. I neonati prestano attenzione alla vostra reazione e quando sorridete e parlate con loro sono invogliati a ripetere l’interazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>