Come lavare le stoviglie delicate

di Francesca Spanò Commenta


Vassoi in argento, bottiglie, caffettiere: sono solo alcune delle stoviglie, per così dire, speciali, che necessitano di una cura particolare e di prodotti delicati per la pulizia. E’ abbastanza facile, infatti, rovinarle o segnarle anche se alcune sono piuttosto costose e, quindi, bisogna agire essendo sicure di scegliere gli accessori giusti.

Per la pulizia di questo tipo di stoviglie, perciò, bisogna avere delle accortezze particolari di seguito riportate:

  • L’argento può essere lavato insieme ai piatti, non usando però la spugna con il lato in grado di raschiare e asciugandolo subito per evitare antiestetiche macchie. Queste ultime si possono eliminare, sfregando del sale fino inumidito con alcol o succo di limone o, ancora del bicarbonato asciutto;
  • le posate d’argento non vanno tenute troppo in acqua per evitare che si dissaldino;
  • le bottiglie possono essere lavate con acqua calda e bicarbonato e, se il fondo è incrostato, si può aggiungere del sale grosso o dei gusci di uovo tritati;
  • i coltelli di acciaio inox, invece resteranno a lungo nuovi e, soprattutto, affilati, se verranno lavati con una buccia di patata cruda o con un tappo di sughero bagnato
  • le posate macchiate possono tornare a risplendere con il bicarbonato o con la polvere di pomice, sfregando con il tappo di sughero;
  • Il cristallo, invece, va sciacquato con acqua e aceto e poi asciugato per evitare macchie;
  • la porcellana, infine, non va pulita con l’acqua calda per evitare rotture o problemi alle eventuali decorazioni;

Bisogna ricordare comunque che, a parte in qualche caso in cui può rovinarne i materiali, l’acqua calda è molto utile per togliere meglio il grasso dalle stoviglie. Per evitare, però, di sciupare troppa acqua o detersivo inquinante, è consigliabile ripulire i piatti prima di immergerli, con i tovaglioli di carta avanzati dalla tavola.Se, invece, si preferiscono soltanto quelli di stoffa, allora è meglio sciacquare la stovaglia prima di iniziare il lavaggio, in modo da partire già da un oggetto più pulito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>