Come pulire gli occhi del gatto

di Valentina Cervelli 0

Come pulire gli occhi del gatto? In alcune specifiche occasioni come padroni si potrebbe avere la necessità di eseguire questa operazione in seguito a problemi di salute o magari al salvataggio di un cucciolo di felino dalla strada, vediamo insieme come agire nel modo corretto.

Come pulire gli occhi del gatto

Cosa utilizzare per pulire gli occhi del gatto

Per pulire gli occhi de gatto è importante trovare il giusto approccio ma soprattutto utilizzare gli strumenti adatti: essi sono una parte del corpo del felino molto delicata che di solito lo stesso è in grado di lavare da solo, aiutandosi con la propria zampa e la propria saliva. Condizioni igieniche non ottimali, infezioni e problematiche simili possono portare gli occhi del gatto a fastidiose secrezioni che se non pulite possono portare al peggioramento delle patologie ed alla perdita dell’occhio. E’ per questo motivo che è importante eseguire la loro pulizia se il felino non ci riesce.

Per pulire gli occhi del gatto è necessario munirsi di un asciugamano e di un panno pulito, di un detergente veterinario specifico, acqua borica o fisiologica o ancora di un infuso di camomilla. Se possibile garze sterili o dischetti di ovatta, dei piccoli recipienti ed uno snack di ricompensa per il gatto. E’ consigliabile avere a portata di mano anche un disinfettante per le ferite che il gatto potrebbe causare se non collaborante.

Passaggi per pulire gli occhi del gatto

Come pulire gli occhi del gatto

L’elenco di strumenti necessari per pulire gli occhi del gatto si rende basilare perché per riuscire nell’obiettivo si ha bisogno di gestire l’animale nel migliore modo possibile, al fine di non far agitare troppo lo stesso ed evitare che si faccia male lui e lo faccia agli altri. La prima cosa da fare è immobilizzare il gatto nell’asciugamano con delicatezza e quindi prendere un dischetto di ovatta e bagnarlo all’interno del contenitore nel quale avremmo messo il detergente scelto: è importante averne due per poterli usare esclusivamente per un occhio solo al fine di non passare eventuali infezioni per errore.

Bisogna pulire bene ma con delicatezza sia la parte interna dell’occhio che quella esterna esportando qualsiasi secrezione presente e una volta completata la procedura su entrambi asciugarli con il panno, avendo cura di dare al proprio animale la sua ricompensa. In caso il veterinario abbia prescritto colliri e medicinali essi dovranno essere somministrati secondo le indicazioni del medico. E’ consigliato, soprattutto se il gatto passa del tempo all’esterno, di eseguire la procedura almeno due volte a settimana o di più a seconda della razza del gatto.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>