Come pulire la stufa a pellet

di Gianni Puglisi 2

Come pulire la stufa a pellet

Tra i sistemi di riscaldamento più usati c’è sicuramente quello della stufa a pellet, una stufa simile a quella a legna, che però utilizza come combustibile solido il pellet, un prodotto ecologico perché per realizzarlo vengono usati gli scarti di lavorazione del legno. La stufa a pellet necessità di una manutenzione accurata affinché il suo funzionamento proceda nel migliore dei modi; scopriamo, quindi, come pulire la stufa a pellet.

La prima cosa da fare durante le operazioni di pulizia della stufa a pellet è stendere dei giornali intorno alla stufa in modo da non sporcare il pavimento con la fuliggine e per appoggiare le varie parti della stufa stessa, dopodiché passate alle operazioni di pulizia vera e propria.

Da dove esce il calore c’è un pezzo di metallo mobile, muovetelo in modo da permettere alla cenere di cadere nella camera di combustione, poi aprite lo sportello della stufa e iniziate a pulire con un pennello, in modo accurato, tutte le parti della stufa. Togliete la griglia e pulitela bene. A questo punto procedete con la pulizia della scatoletta nella quale scende il pellet, sempre aiutandovi con il pennello.

Una volta pulite con cura tutte le parte interne della stufa, ripassate il pennello per assicurarvi di aver tolto ogni residuo di cenere. Occupatevi poi del cassetto che si trova sul fondo, ovvero quello nel quale si raccoglie la cenere, e svuotatelo e pulitelo bene.

A questo punto usate del detergente per i vetri e della carta assorbente per pulire il vetro dello sportello della stufa che, generalmente, si annerisce sempre; con l’aiuto del pennello pulite anche gli spazi interni dello sportello e, infine, rimontate i vari pezzi della stufa, facendo attenzione a rimontare il tutto nel modo giusto.

Ecco che, finalmente, la vostra stufa a pellet sarà perfettamente pulita e pronta ad essere accesa per riscaldare la vostra casa.

 

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (2)

  1. Sono possessore di una stufa a pellet, e precisamente di una idro(Per chi non lo sapesse con una idro riscaldo anche i termosifoni). Ho letto come pulire la stufa, ed è come faccio io.
    Ad acezzione che invece del pennello( che s’impolvera tutta la casa), io uso un aspira cenere.Non sono un venditore, ma con questo prodotto, è molto più veloce, e si ha una pulizia più accurata.

    1. @Romolo:
      l’aspiracenere non trattiene il 100% della polvere aspirata.
      Perciò io non lo uso.
      Il consiglio che mi sento di suggerire è di fare la pulizia della stufa spenta,
      utilizzando l’ apposita funzione (o manualmente) attivando il girofumi.
      Tutta la pulizia sarà eseguita in depressione…ovvero sarà la stufa stessa ad
      aspirare ed espellere la polvere sottile, attraverso la canna fumaria.
      Comodo pratico e veloce.
      Ricordo che l’aspiracenere deve essere anche vuotato e pulito…
      bella seccatura, addio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>