Come pulire la teca del serpente

di Marco 0

Come pulire la teca del serpente

Tutti amiamo gli animali, ma c’è chi ha dei gusti un po’ “particolari” (de gustibus) ed in casa anziché un cagnolino o un gattino ha un serpente. Nulla da dire, tranne che ha un bel coraggio, e questo padrone affettuoso di certo dovrà mostrarne tanto di coraggio, nel momento in cui dovrà pulire la teca in cui il serpente vive. E’ vero che questi rettili, una volta sistemati, hanno bisogno di poche cure, ma la pulizia va sempre tenuta al primo posto, qualsiasi sia il vostro animale domestico. Continuate a leggere per scoprire come pulire la teca del serpente domestico.

Fase 1: Togliere il serpente. Naturalmente, non si può pulire la teca con il serpente dentro. Portarlo fuori e metterlo in un alloggio temporaneo da cui siete sicuri che non scappi. Non c’è bisogno di ricordare che se il serpente avrà l’opportunità di fuggire, non ci penserà su due volte. L’alloggio dev’essere grande abbastanza da contenerlo comodamente e fargli arrivare abbastanza aria. Mettere uno strato di giornale sul fondo. Lasciare in un piatto dell’acqua da bere e riporlo in un luogo fresco e asciutto.

Fase 2: Togliere l’elettricità. Scollegare tutti gli apparecchi elettrici che fanno parte della teca come i riscaldatori e le lampade.

Fase 3: Svuotare la teca. Per una pulizia ben fatta, bisogna rimuovere tutto ciò che c’è dentro. Tra gli oggetti più comuni, oltre a riscaldatori e lampade, ci sono sassi, terreno, e altri oggetti.

Fase 4: Rilevare eventuali segni di rottura. Cogliere l’occasione per ispezionare la teca ed individuare eventuali crepe o altri segni di danneggiamento.

Fase 5: Gettare gli escrementi. Questi possono portare batteri e germi molto pericolosi per la vita del serpente ed anche per la vostra, dunque prima di toccarli è bene indossare dei guanti. Tutti gli oggetti che sono stati contaminati con gli escrementi devono essere ripuliti o gettati, e soprattutto non devono mai entrare in contatto con le persone.

Fase 6: Lavare la teca. È possibile utilizzare dell’acqua calda ed un panno pulito per strofinare i vetri completamente. Questa è la soluzione più semplice perché evita l’uso di detergenti. Assicurarsi di pulire tutto e risciacquare abbondantemente anche gli oggetti che avete prelevato, prima di rimetterli all’interno della teca.

Fase 7: Detergenti. Di solito l’uso di detergenti è sconsigliabile in quanto contengono sostanze chimiche che sono dannose per il serpente. Tuttavia, si può usare candeggina diluita e una soluzione di sapone o clorexidina per pulire la teca. Se la pulizia è effettuata con queste sostanze, tuttavia, è necessario risciacquare il tutto con sola acqua per rimuovere tutti i residui chimici. Non usare sapone per i piatti a base di ammoniaca perché crea un gas letale per l’animale.

Fase 8: Riposizionare tutto. Una volta terminata la pulizia aspettate che la teca sia asciutta e poi riposizionate tutti gli oggetti e, infine, il serpente.

Sarebbe consigliabile effettuare una pulizia quotidiana per eliminare i residui più facili da raggiungere, mentre la pulizia completa appena descritta andrebbe fatta almeno una volta alla settimana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>