Come scegliere la fotocamera digitale

di Marco Commenta

La fotografia è sempre più l’hobby preferito della maggior parte delle persone, dal momento che le fotocamere digitali sono più economiche e facili da usare rispetto a solo una decina di anni fa. Ma quando volete comprare una macchina fotografica digitale, se non siete esperti potreste trovarvi nell’imbarazzo di dover scegliere tra centinaia di modelli e marche diverse. Come fare per capire qual è quella che fa per voi?

Nella scelta di una fotocamera digitale, considerare queste principali caratteristiche e selezionare quella che si adatta meglio alle vostre esigenze. Dipenderà ad esempio se si intende utilizzare le foto per la visualizzazione solo sul computer, se le si vuole stampare, se si vogliono foto di ottima qualità, ecc. Vediamo dunque come scegliere.

Fase 1: Scegliere la risoluzione di cui avete bisogno. La risoluzione fotografica si misura in pixel, che è in realtà l’abbreviazione di “elementi di immagine”. I pixel sono i piccoli dettagli della foto. Una risoluzione più alta si intende una immagine chiara e nitida anche dopo che l’avrete caricata sul computer. Una foto di scarsa qualità, ad esempio come quelle che con le vecchie macchine si diceva sfuocata, oggi si dice “pixelizzata”, cioè ha i pixel in evidenza che confondono l’immagine. Se la risoluzione è bassa la foto dovrà essere per forza piccola perché più si allarga e più è sfuocata. Scegliere una risoluzione che corrisponde alla dimensione della foto che si desidera stampare o visualizzare in formato digitale. Per una foto base 4×6, una fotocamera da 1.3 megapixel può andar bene. Per foto più grandi, avete bisogno di una fotocamera con una risoluzione maggiore. Una fotocamera da 10 megapixel serve se volete foto di alta qualità, anche se la maggior parte delle macchine oggi in vendita hanno questa risoluzione, o una maggiore.

Fase 2: Verificare l’apertura del diaframma. Oltre alla risoluzione, questa è la caratteristica più importante per una macchina fotografica digitale. Questa è la massima apertura della lente, il che significa che maggiore è l’apertura, più luce la fotocamera può catturare, rendendo l’immagine più chiara con meno luce artificiale del flash. Se avete bisogno di scattare foto in interni senza l’uso di un flash, una lente di apertura più grande è migliore, ad esempio tra f/2,0 e f/4.0. Si tratta di una frazione della lunghezza focale dell’obiettivo, il che significa che un numero minore rappresenta una maggiore apertura dell’obiettivo.

Fase 3: Guardate la gamma di zoom dell’obiettivo. Scegli fotocamere digitali con una maggiore capacità di zoom se si vogliono fare foto da lontano e hai bisogno di vedere i dettagli. Ad esempio vanno bene i 10x per le foto allo stadio, ma sono inutili zoom alti per le foto di famiglia.

Fase 4: Date un’occhiata alle altre funzionalità come il face detection, la stabilizzazione immagine e l’effetto occhi rossi. Queste caratteristiche sono relativamente nuove e molto utili. Il face detection può dire dove mettere a fuoco, incentra cioè il fuoco della camera ad esempio sul volto e non sullo sfondo. La stabilizzazione delle immagini è importante se non si dispone di un cavalletto, dato che cattura le immagini anche se il soggetto, o il fotografo, è in movimento. L’effetto occhi rossi consente di eliminare l’effetto occhi rossi che compaiono soprattutto quando vi è un flash.

Naturalmente, molto dipende dal vostro budget. Scegliete con saggezza, e sarete soddisfatti delle vostro foto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>