Come scegliere il decoder digitale terrestre

di Gioia Bò Commenta

Molte regioni italiane sono già al passo con i tempi, altre lo saranno nel giro di poco tempo, ed alla fine tutta l’Italia sarà coperta dal segnale digitale terrestre in sostituzione di quello analogico. Cosa significa? Che le case degli italiani saranno invase dai decoder digitali terrestri, senza i quali non sarà più possibile ricevere i segnali tv (a meno che non si sia muniti di una parabola).

Nelle regioni già interessate dal cambiamento, le lamentele aumentano di giorno in giorno, specie nelle zone dove alcuni segnali non arrivano perfettamente, creando diversi problemi di ricezione, ma oramai la frittata è fatta e siamo costretti a rassegnarci alla novità.

Mentre scrivo penso soprattutto agli anziani che sono costretti ad acquistare un nuovo ritrovato tecnologico, non avendo alcuna idea di come si usa. A questo dedicheremo un capitolo a parte, ma per ora ci limitiamo a darvi qualche dritta sull’acquisto del decoder digitale terrestre, cercando di fare chiarezza sulle varie tipologie.

Eh si, perché c’è decoder e decoder: la differenza la fa il costo e l’uso che se ne vuole fare. Il più semplice e meno costoso è sicuramente lo Zapper, il classico decoder digitale terrestre che permette di guardare i canali in chiaro (solo quelli), spendendo solo qualche decina di euro. Se poi avete dei problemi di spazio o di estetica e non volete vedere in giro cavi e prese, allora puntate su uno Zapper scart, con le stesse caratteristiche dello Zapper normale, ma collocabile direttamente nella presa scart del televisore (quindi sul retro).

Se poi volete gustarvi i programmi a pagamento, dovrete munirvi di un MHP (o di un MHP scart) che presenta un alloggiamento per la scheda ed un modem interno per l’uso interattivo. In questo caso il costo è un po’ più elevato, ma avrete maggiori possibilità di scelta.

Ci sono poi i decoder HD, studiati appositamente per gustarsi i programmi offerti in alta definizione (film o partite di calcio, ad esempio). Infine, se non volete acquistare un decoder per non avere troppi ingombri in giro per la casa, potete sempre scegliere una tv con decoder incorporato, più costosa rispetto al decoder, ma sicuramente più pratica.

Qualunque sia la soluzione scelta, il consiglio è quello di non risparmiare esageratamente e di optare magari per una marca conosciuta, che di solito garantisce una certa sicurezza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>