Come spedire un quadro senza rovinarlo

di Redazione Commenta

Foto da spedireadesso.com

Per spedire una semplice lettera bastano una busta, un francobollo e una casella in cui imbucarla, ma cosa occorre fare nel momento in cui si devono inviare oggetti molto fragili?

La spedizione di pacchi postali di questo tipo deve essere curata nei minimi dettagli, soprattutto nella fase di imballaggio. Con i quadri, per esempio, l’attenzione deve essere massima, perché si tratta di oggetti molto delicati e sensibili anche ai minimi urti.

Chi, dunque, è in procinto di spedire qualche dipinto, magari nella sua nuova abitazione o per fare un regalo ad un amico, può seguire qualche semplice consiglio e scongiurare rotture o danni indesiderati.

  1. Quando il quadro è protetto da un vetro, fare una X con dello scotch; in questo modo, in caso di crepe o rottura, il vetro si manterrà comunque unito.
  2. Avvolgere in almeno due strati di pluriball il quadro, così da proteggere l’opera da eventuali urti; per una maggiore sicurezza è possibile stendere anche uno strato di film a bolle sulla parte frontale del quadro, la più delicata e sensibile.
  3. Chiudere l’imballaggio con della carta da pacchi, al fine di garantirne la riservatezza.
  4. Sigillare il tutto con del normale nastro adesivo o, meglio ancora, informativo; scritte come “ATTENZIONE” o “FRAGILE”, mettono subito a conoscenza gli incaricati della delicatezza della spedizione, che verrà, dunque, maneggiato con più cura.

Come procedere, invece, quando il pacco deve contenere più quadri? Prima di tutto occorre sostituire l’imballaggio in carta da pacco con una scatola in cartone. In commercio ne esistono numerose tipologie, come i modelli telescopici, a schermo piatto o gli astucci, che ben si adattano alla spedizione di quadri di qualunque dimensione.

L’altra accortezza riguarda il posizionamento delle opere all’interno scatola: i quadri devono essere inseriti vetro contro vetro e separati l’uno dall’altro da uno strato di pluriball. Dal momento che questa soluzione lascia scoperte agli urti le cornici, si può optare per l’utilizzo del bullkraft, un prodotto che unisce bolle e carta; in questo modo i quadri potranno essere protetti da shock e interamente ricoperti.

Ovviamente più alto sarà il valore delle opere da spedire, maggiori dovranno essere le attenzioni prima di procedere con l’invio del pacco. Musei e gallerie d’arte, abituate a maneggiare quadri dall’elevato valore storico ed economico, normalmente utilizzano precauzioni come l’uso di angolari in espanso, della casse in legno, più resistenti di un normale cartone, e, infine, etichette informative in grado di cambiare colore in caso di capovolgimento dell’imballo e segnalare la necessità di fare una verifica del collo.

Articolo scritto in collaborazione con IoInvio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>