Come costruire un aquilone

di Gioia Bò 2

Alzi la mano chi da bambino non ha mai cercato di far volare un aquilone. Un gioco semplice e divertente che riesce a catalizzare anche l’attenzione degli adulti, che con un filo in mano ed un pezzo di carta da far volare in cielo rivivono magici momenti legati all’infanzia.

Ma forse gli anni trascorsi sono tanti e magari non ricordiamo più come si costruisce un aquilone degno di questo nome, capace cioè di liberarsi in aria, trasportando i nostri sogni.

E allora ecco qualche consiglio utile per una costruzione bella da vedere e – soprattutto – funzionante, visto che spesso gli aquilonisti fai-da-te sono mortificati da modelli che non riescono neppure a staccarsi da terra.

In queste poche righe ci occuperemo della realizzazione dell’aquilone classico (quello a forma di rombo, per intenderci), riservandoci magari di dedicare altri capitoli a costruzioni più elaborate (a forma di uccello, triangolari, a forma di aereo…).

Da dove cominciare? Occorre procurarsi due bacchette di legno (preferibilmente di bambù) l’una più lunga dell’altra (possiamo creare un aquilone 60×40, ad esempio), carta leggera (carta da modello, da lucido o quella delle uova di Pasqua), filo da pesca o spago da cucina, nastro adesivo e colla.

A questo punto si può cominciare il lavoro, fissando le asticelle a croce per mezzo della colla (se l’aquilone è grande, conviene legarle tra loro con del filo). E’ bene ricordare che la bacchetta più piccola non va incollata a metà di quella grande, ma facendo in modo che la costruzione somigli alle diagonali di un rombo.

Ora si passa all’incollaggio della carta, preparando prima una sorta di modello (si possono utilizzare fogli di giornale, ad esempio), per poi ricalcare la sagoma sulla carta precedentemente scelta ed ottenere il corpo del nostro aquilone.Si incolla dunque la carta sulle bacchette, rinforzando i vertici con del nastro adesivo, se necessario.

Cosa manca? Il “motore”, naturalmente, che sarà costituito da un lungo spago da cucina, annodato sul punto di intersezione delle bachette. Per dare più stabilità al nostro aquilone, si possono aggiungere alla coda delle strisce di carta larghe 2-3 centimetri, incollate o fissate con una cucitrice.

Ecco fatto, l’aquilone è pronto per il decollo. Buon divertimento!

Commenti (2)

  1. mi è stato utile grazie ed arrivederci

    1. Di niente! Grazie a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>