leonardo.it

Come organizzare la dispensa

 
Daniela
5 ottobre 2011
Commenta

Avere una dispensa organizzata e in ordine è essenziale, soprattutto se si ha una famiglia e il tempo a disposizione per la cucina è sempre poco; ma una bella dispensa curata è utile anche per i single che amano invitare a cena gli amici o, semplicemente, per avere tutti i prodotti alimentari preferiti sotto mano. Infatti, non basta andare a fare la spesa e buttare i barattoli acquistati a casaccio: bisogna metterli nel posto giusto per conservarli al meglio ed avere tutto a portata di mano, a maggior ragione, poi, se i barattoli in questione contengono conserve e verdure preparate da noi.

Innanzi tutto, bisogna trovare il posto giusto da adibire a dispensa, e a tale funzione si prestano benissimo la cantina e il ripostiglio; da evitare assolutamente la soffitta che un luogo poco indicato per conservare il cibo, in quanto il clima non è quello ideale.  La temperatura ideale per la conservazione del cibo oscilla tra i 10 e i 20° C, con una parziale, se non completa oscurità.

Per sistemare i cibi è indispensabile sistemare degli scaffali, meglio se in legno; se nella stanza c’è abbastanza buio vanno bene gli scaffali aperti se, invece, c’è troppa luce, dotate gli scaffali di sportelli che, comunque, garantiscano una buona areazione.

Per riempire i ripiani degli scaffali partite dal basso, sistemando sugli ultimi l’olio e le patate, già messe nelle apposite cassette di legno; nei ripiani intermedi potete appoggiare le bottiglie di vino, e su quelli più alti i barattoli con i cibi sott’olio o sott’aceto, le marmellate e le conserve. I salumi, invece, vanno appesi in alto, insieme ai sacchetti contenenti i cibi essiccati.

Nell’organizzazione della dispensa, molta importanza riveste la scadenza dei prodotti; per non dimenticare quali sono quelli che vanno consumati per primi, si possono usare delle etichette nelle quali scrivere cosa contiene il prodotto e la data di preparazione o di scadenza.

Per conservare i cibi il materiale migliore è il vetro, sia per le conserve, che per i sottaceti e le marmellate; inoltre i barattoli di vetro, essendo trasparenti, permettono di vedere lo stato di conservazione degli alimenti oltre ad essere dotati di tappo a vite che permettono di consumare la quantità desiderata di cibo e poi di essere richiusi e conservati in frigo.

Articoli Correlati
Come fare le acciughe sott’olio

Come fare le acciughe sott’olio

Estate tempo di conserve ma non solo: anche di cibi freschi e pronti; un antipasto fresco e stuzzicante e che non necessita di cottura sé dato dalle alici sott’olio: si […]

Come conservare le verdure sotto sale

Come conservare le verdure sotto sale

La conservazione dei cibi sotto sale è una pratica molto antica e, insieme all’affumicamento e all’essiccazione, rappresenta uno dei primi metodi di conservazione dei cibi utilizzato dagli uomini, oltre che […]

Come congelare gli alimenti

Come congelare gli alimenti

Congelare gli alimenti è un buon modo per evitare di gettare cibo buono ma non consumato, risparmiar soldi ed evitare di incrementare il numero di rifiuti. Ma per ottimizzare il […]

Come smettere di mangiare cibo spazzatura

Come smettere di mangiare cibo spazzatura

Tutti abbiamo il controllo su cosa mettiamo in bocca, ma chissà perché a volte non riusciamo proprio a trattenerci davanti al cibo spazzatura. Ma perché sembra così difficile stare lontani […]

Come fare ordine nella dispensa e resistere alle “tentazioni” in cucina

Come fare ordine nella dispensa e resistere alle “tentazioni” in cucina

Forse non ci avete mai pensato, ma iniziare a ordinare seriamente la dispensa può costituire un primo passo per dimagrire. Si, perchè è in questo modo che si ritrova la […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento