Come personalizzare il proprio arredamento?

di Valentina Cervelli Commenta

Come personalizzare il proprio arredamento? Spesso e volentieri non serve moltissimo se non uno spiccato senso estetico e qualche accessorio o strumento utile. Non bisogna infatti cadere nell’errore di considerare il mobile come non modificabile.

Ovviamente in questo caso non si parla di modifiche strutturali che ne cambino le linee ma interventi di decorazione ed aggiunta accessori che possano trasformare a basso costo anche mobili low cost come quelli dell’Ikea che vengono venduti spesso e volentieri grezzi e perfetti per essere modificati. In questi casi è necessario far volare la fantasia e non avere paura di darsi da fare o utilizzare il decoupage come principale strumento di personalizzazione. Esso si adatta sia all’interno che all’esterno. E se non si vuole fare troppa fatica è possibile acquistare adesivi in grado di adattarsi perfettamente ad ogni superficie.

Una soluzione essenzialmente pensata per chi non ha una grandissima manualità: è un “fai da te” alla portata di tutti dato che ci si deve preoccupare solo di incollare perfettamente ciò che è stato scelto. Al contrario, coloro in grado di disegnare con successo dovrebbero occuparsi della personalizzazione dipingendo con smalti e vernice adeguata direttamente sul mobilio.

Se invece si è stanchi del solito aspetto della propria casa, la soluzione migliore è affidabile agli accessori: ne bastano pochi e scelti bene per cambiare l’aspetto di un’abitazione senza perdere troppo tempo o soldi. L’importante, come in ogni cosa, è non esagerare ma utilizzarli al meglio per rendere più piacevole sia il mobilio, sia la stanza in generale che si vuole decorare.

Photo Credit | Store Arredo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>