Come pulire il laminato

di Daniela 4

Il parquet è sicuramente un pavimento molto bello e in grado di regalare agli ambienti di casa un’atmosfera e un’eleganza uniche ma, purtroppo, è anche altrettanto pregiato e delicato. Per ovviare a questo inconveniente, molte persone scelgono di sostituire il classico parquet con il laminato, un tipo di pavimento che unisce la bellezza alla funzionalità e alla resistenza.

Che cos’è il laminato

Il laminato è un materiale usato per la realizzazione dei pavimenti ottenuto tramite pressofusione di diversi strati di materiali; alla base di questo materiale c’è un pannello chiamato HDF (High Density Fibreboard) composto da una fibra di legno e resina sulle cui superficie sono pressofusi una struttura decorativa ad alta definizione ottica e un controbilanciante, oltre ad un foglio di protezione realizzato in ossido di alluminio che garantisce la resistenza al calpestio e alle abrasioni senza il rischio di veder alterato il colore o i motivi decorativi.

Come pulire il laminato

Il pavimento in laminato, insomma, unisce la bellezza di un parquet alla resistenza di un pavimento comune, e infatti le sue caratteristiche principali sono la resistenza agli agenti esterni a cui viene normalmente sottoposto un pavimento, la durata originale del materiale, la semplicità di posa e la facilità di pulizia. Pulire un pavimento di laminato, infatti, è molto semplice, infatti, non ci sono sostanziali differenze con uno in piastrelle, se non in alcune doverose attenzioni.

Innanzi tutto, i pavimenti in laminato non possono essere lavati con uno straccio inzuppato d’acqua perché pur essendo resistenti all’umidità finirebbero con il rovinarsi; evitate anche i prodotti a base di ammoniaca perché tendono ad opacizzare la superficie.

La pulizia quotidiana, ovvero quella atta a togliere la polvere, si fa con una normale scopa in setole con quella a panni statici o, ancora con l’aspirapolvere, proprio come se fosse un normale pavimento; Se pensate che la scopa in setole non rimuova bene la polvere ma non avete i panni statici, rivestite la vostra normale scopa con una calza di nylon che fungerà da panno cattura polvere.

Per il lavaggio si possono usare gli appositi prodotti per la pulizia del laminato, oppure intervenire con una soluzione di acqua, aceto e alcool nelle seguenti proporzioni: tre litri d’acqua, un quarto di bicchiere di aceto e due cucchiai di alcool; lavate il pavimento con un panno in microfibra imbevuto con questo soluzione ma molto ben strizzato: in questo modo preserverete la lucentezza e il colore del vostro laminato.

Ovviamente, come in tutti i pavimenti, anche quello in laminato può sporcarsi con delle macchie particolari, vediamo quindi come intervenire nei casi specifici

Cenere di sigaretta. Se a terra è caduta della cenere di sigaretta che ha lasciato la caratteristica scia nera, passare la superficie con acetone o alcool e risciacquate con acqua o detergente neutro in un panno umido ben strizzato.

Bruciatura di sigarette. Inavvertitamente può succedere di lasciar cadete la sigaretta accesa sul pavimento, provocando una piccola bruciatura, come pulire il laminato in questo caso? Lucidate la zona bruciata con della paglietta scotch-brite fine o con della carta vetrata morbida e inumidite la superficie con della cera e poi lucidate.

Macchie di cioccolato o di vino. Dopo una cena può succedere di trovare a terra i “resti” della serata come macchie di vino o di cioccolato; in questo caso intervenite con acqua o detergente neutro in un panno umido e ben strizzato.

Macchie di latte. Se vi è caduto il latte a terra intervenite con una un panno umido imbevuto, ma ben strizzato, con acqua o detergente neutro, iniziando la pulizia dal bordo esterno per arrivare al centro.

Macchie di smalto per unghie o lucido per scarpe. Intervenite con l’acetone e lasciate asciugare.

Macchie di pastelli o cera delle candele. Applicate un foglio di carta assorbente sulla superficie con la macchia e applicate un ferro caldo sulla parte superiore del foglio in modo da sciogliere la cera e farla assorbire dal foglio, dopodiché procedete con le normali operazioni di pulizia.

Commenti (4)

  1. Grazie mille per avermi informato molto importanti che non sapevo soprattutto riguardo la pulizia dopo bruciatura di sigaretta

    1. Grazie a te per averci letto!

  2. Grazie mille
    Ho appena messo il parquet in laminato tutta la casa e stavo già pensando di lavarlo con l’acqua e ammoniaca. Leggendo questo articolo ho capito che lo stavo per rovinare.
    Grazie

    1. Felici di esserti stati d’aiuto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>