Come pulire le scarpe di camoscio

di Daniela 5

Qualche tempo fa, qui su Come Fare Tutto, vi abbiamo spiegato come pulire le scarpe; oggi affronteremo in particolare la pulizia delle scarpe di camoscio. Ormai l’estate è agli sgoccioli e, con il cambio di stagione da fare nell’armadio, si propone anche il necessario compito di pulire le scarpe invernali dell’anno scorso, e il camoscio, si sa, è una delle pelli più difficili da lucidare.

Se le scarpe non sono particolarmente sporche ma solo un po’ impolverate, potete procedere con la spazzola di setole di gomma che si trova in commercio, che serve a spolverare la tomaia e ad eliminare le striature; questa spazzola è utile anche per le pulizie giornaliere delle scarpe quando inizierete ad usarle nella stagione invernale.

Se invece le vostre scarpe in camoscio hanno bisogno di essere ravvivate nel colore, dovete ricorrere alla camoscina, un prodotto che serve per la pulizia delle scarpe di questo materiale; la camoscina è disponibile in diversi colori e sfumature, e una volta passata sulle diversi parte delle scarpe, esse ritorneranno al loro originario colore.

In ogni caso, anche le scarpe di camoscio possono essere lavate; diluite in acqua tiepida un goccio di shampoo e abbondante ammorbidente; lavate singolarmente le scarpe all’interno di una bacinella aiutandovi con una spazzola e poi risciacquate con cura.

Lasciate asciugare le calzature lontano da fonti di calore, con il tacco a terra e la punta sollevata, in modo da non far formare gli aloni bianchi nella tomaia. Una volta che le scarpe saranno ben asciutte, passateci un panno imbevuto di latte per togliere alle calzature la secchezza del lavaggio; quando l’umidità del trattamento a base di latte si sarà asciutta, passate la camoscina per ridare il colore alle scarpe.

Infine, se nelle scarpe c’è una macchia, prima di lavarle procedete alla smacchiatura: per prima cosa spazzolate la superficie da trattare per togliere la polvere e poi passate sulla parte con la macchia un batuffolo di cotone inumidito con il latte, e poi procedete con la fase del lavaggio.

Commenti (5)

  1. ciao, personalmente per pulire lo scamosciato utilizzo da anni il comune sapone di marsiglia (oltre che per la doccia e per i capelli).Acqua tiepida, una spazzolina in nylon (setole) e qualche minuto restituiscono un paio di scarpe perfette.Prego, non fatele asciugare al sole e possibilmente lasciatele in piedi oppure appese.Se una volta asciutte vi sembrano dure come il cartone niente drammi: indossatele e fate qualche “giro” di prova, in capo a qualche ora saranno meglio di prima.NB: se per caso al Mac Donals le avete sporcate con grassi, maionese salse od olio di hamburgher potete, sempre senza far danni, sostituire al sapone di marsiglia un comune gel piatti (lavaggio a mano) e poi seguite l’iter sopraccitato.Buon lavoro e saluti 🙂

    1. Ciao Raffaele, grazie per i tuoi suggerimenti! Continua a seguirci e se vuoi, unisciti alla fan page di Comefaretutto su Facebook.

      Daniela

  2. @ Daniela:
    Ciao Daniela, da facebook sono “fuggito” un anno fa per l’enorme senso di vuoto e desolazione che mi trasmetteva; però se serve un aiuto per solvere qualche problemino domestico, contattami pure.Saluti

    1. @ Raffaele: allora continua a seguirci direttamente sul blog! Grazie ancora!

  3. buongiorno a tutti chiedo aiuto per pulire delle scarpe di camoscio chiare. dopo aver lavato una scarpa di camoscio nel tentativo di togliere una macchia la scarpa stessa ha cambiato colore è diventata più scura rispetto all’altra. Vorrei sapere se esiste un metodo per ridare il colore originario. Specifico che ho usato anche ravvivante è pulitore in schiuma per scarpe scamosciate che però a mio parere hanno peggiorato la situazione. Se c’è qualcuno che può aiutarmi ringrazio vivamente anche perché le scarpe mi sono costate tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>