Come scegliere l’anticoncezionale giusto

di Valentina Cervelli Commenta

Come scegliere l’anticoncezionale giusto? Essere in grado di fare sesso sicuro, ovvero preservare se stessi da malattie o da gravidanze indesiderate è qualcosa che bisognerebbe apprendere appena si raggiunge la maturità sessuale: vediamo insieme di tracciare qualche linea.

Il preservativo è senza ombra di dubbio l’anticoncezionale perfetto da usare a qualsiasi età ed in qualsiasi situazione. Si tratta dello strumento più adatto sia per il sesso vaginale che per quello anale e dovrebbe essere usato anche in caso di fellatio, soprattutto se non si ha la certezza che il partner sia in buone condizioni di salute. Esso ha una buona resistenza, è venduto in diverse misure e tipologie ed è in grado contemporaneamente di evitare il concepimento e di evitare il contagio di malattie sessualmente trasmissibili.  Si tratta in realtà dell’unico, insieme al condom femminile, meno diffuso, ad evitare la trasmissione di patologie.

In alternativa al profilattico vi sono tutta una serie di dispositivi e farmaci che la donna può assumere per evitare che si instauri una gravidanza: la pillola anticoncezionale è senza dubbio la più diffusa. Essa viene prescritta dal medico dopo attente analisi e deve essere assunta secondo tempi precisi per essere efficace: può comportare degli effetti collaterali ed è per questo che è necessario eseguire tutta una serie di analisi prima della sua assunzione.

Tra i mezzi anticoncezionali utilizzabili dalle donne ma di tipo “meccanico” vi sono anche la spirale ed il diaframma che devono essere “installati” in loco. Come eseguire la scelta? A seconda delle condizioni di salute e del tipo di rapporto che si sta vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>