Acquaragia

di Mariposa Commenta

L’acquaragia è un solvente molto utilizzato per la pulizia di alcune particolari superfici. Al suo interno però può avere basi diverse, come la trementina, che si tratta di una resina estratta dalle conifere, la colofonia (pece nera), un’altra resina vegetale ottenuta dalla distillazione della trementina e dall’acquaragia (idrocarburi), in questo caso derivante dalla distillazione frazionata di petrolio.

L’acquaragia si presenta come un liquido trasparente e totalmente in odore e si presta come soluzione per rimuovere le tracce di sporco, di diversa derivazione. Per esempio, è molto utile per eliminare i grassi e le cere. È anche utilizzata per diluire le vernici, ma anche per sciogliere le verniciature. Non è quindi un caso che sia impiegata per pulire i pennelli dopo aver dipinto o i rulli dopo aver imbiancato. È alla base di alcune creme per lucidare le calzature, ma anche per le cere da pavimento.

Pericolosità dell’acquaragia

Gli estratti di trementina possono essere altamente irritanti. Spesso, danno luogo a dermatiti allergiche da contatto e a tuberiti. In alcuni soggetti sensibili, può scatenare anche asma o aumentare la sensibilità. Non vanno ingeriti e vanno tenuti lontano dai bambini perché potenzialmente tossici.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>