Come applicare la carta da parati

di Gioia Bò Commenta

In un precedente capitolo vi abbiamo spiegato come si fa a staccare la carta da parati. Ma una volta completata l’operazione, come fare per dare un tocco di novità alle nostre pareti? Si può optare per un’operazione di tinteggiatura, oppure si può decidere di applicare della nuova carta, donando un tocco di eleganza alla nostra casa.

A questo punto, potete scegliere di chiamare un imbianchino che si faccia carico del lavoro, preparandovi a pagare materiali e tempo speso, o come al solito, potete leggere i nostri consigli e magari lasciar uscire l’artista che in voi.

E allora continuate a leggere queste poche righe e scoprirete ogni segreto del mestiere, imparando in pochi passi ad applicare la vostra nuova carta da parati.

Prima di tutto dovete assicurarvi che la superficie da trattare sia perfettamente liscia e libera da impurità (piccoli residui della vecchia carta, ad esempio) o crepe. Nel caso, procedete con il distacco dei residui e con la chiusura degli eventuali buchi, in modo da poter lavorare senza intoppi.

A questo punto occorre misurare l’altezza della parete, dal pavimento al soffitto, e poi tagliare una striscia di carta un po’ più lunga rispetto a tale misura (un paio di centimetri, per non sbagliare).

Ora si passa una mano di colla vinilica sul retro della carta e si lascia riposare per qualche minuto su un piano d’appoggio. Ed eccoci al momento più delicato, vale a dire quello della posa sul muro. Come fare per applicare la carta in modo perfettamente verticale? Il sistema più semplice è quello di partire da un angolo della stanza, aiutandosi – se necessario – con un filo di piombo e segnando una linea retta con la matita.

Per applicare la carta da parati è opportuno partire dall’alto, incollando poi pian piano il resto e stendendo la superficie con il palmo della mano. Una volta incollata la striscia, si deve verificare che non siano rimaste delle bolle, premendo eventualmente sulla superficie per eliminarle.

Si procede poi con lo stesso sistema, applicando gli altri fogli, in modo che i bordi combacino in modo perfetto con quelli già applicati. Infine si lascia asciugare il tutto e si elimina con una taglierina la parte in eccedenza (ricordate i due centimetri in più?), facendo attenzione a non rovinare tutto il lavoro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>