Come aprire un negozio per animali

di Gianni Puglisi 1

Come aprire un negozio per animali

Se volete avviare un’attività indipendente, ed amate gli animali, potreste unire le due cose aprendo un negozio di articoli per animali. Per poterlo fare però, bisogna calcolare i costi di avviamento, che sono sicuramente il primo e più difficile ostacolo da affrontare.

E’ fondamentale perché è necessario individuare le eventuali spese e la loro ripartizione dettagliata. Qui di seguito sono riportate le istruzioni e consigli su come calcolare i costi iniziali per avviare un negozio di animali.

Fase 1: Studio dell’attività nel dettaglio. Calcolare le eventuali spese e entrate. Determinare e analizzare il vostro target di mercato e la concorrenza possibile. Avviare un negozio di animali in una posizione libera dalla concorrenza. Se ci sono altri negozi di animali vicini, inventare qualcosa come offerte, sconti o omaggi per attirare i clienti. Non aprire mai un negozio se non si è condotto uno studio di fattibilità. Chiedete a familiari, amici o altri uomini d’affari con esperienza di analizzare le possibilità di successo aziendale.

Fase 2: Identificare le licenze o autorizzazioni necessarie per avviare l’attività. Informarsi presso le organizzazioni delle imprese e la Camera di Commercio nella vostra zona per determinare e prevedere eventuali spese.

Fase 3: Trovare edifici commerciali o spazi che si possano affittare. Il canone di noleggio si differenzia a seconda della metratura e posizione. Gli spazi commerciali sono molto costosi, ma sono più facilmente raggiungibili da un pubblico più vasto. Considerare le aree residenziali se sono strategiche, come ad esempio nei pressi delle scuole e uffici. Inoltre, calcolare le spese per consentire un rinnovamento o ristrutturazione del locale.

Fase 4: Contattare diversi agenti di assicurazione commerciale in modo da poter avere un preventivo di massima in materia di assicurazione commerciale e responsabilità. Essere consapevoli del fatto che alcune compagnie di assicurazione non contemplano la morte degli animali, ma solo gli oggetti commerciabili e le gabbie.

Fase 5: Vaglia il migliore prezzo per le gabbie, gli alimenti, e le necessità di gestione. È possibile ottenere sconti se si acquista tutto da un unico fornitore. Non dimenticare di acquistare prodotti a sufficienza per prendersi cura degli animali finché non vengono venduti. È inoltre necessario ottenere le scorte a disposizione per garantire che i clienti trovino sempre ciò di cui hanno bisogno.

Fase 6: Trova e compara i fornitori di animali. Utilizza l’analisi comparativa per trovare l’offerta migliore che si può ottenere. Fare un inventario dei prodotti di cui avete bisogno per il vostro giorno di apertura. Calcolate tutte le spese compreso il costo di acquisto, la consegna, l’alloggio, l’alimentazione, e 3 mesi di sostentamento dei vostri animali. Acquistare animali da allevatori responsabili e rispettabili, e non da fornitori senza scrupoli che hanno fama di maltrattare gli animali. Non sostenere la crudeltà sugli animali solo per risparmiare sui costi.

Fase 7: Stima le spese per il personale e le bollette. Includere le tasse sui salari per i prossimi tre mesi.

Fase 8: Pubblicità. Determinare i costi di marketing per pubblicizzare efficacemente l’apertura del negozio. Questi costi di pubblicità e di marketing possono includere cartelloni, striscioni, annunci, spot pubblicitari e siti web tra gli altri.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>