Come curare le punture degli insetti

di Gianni Puglisi 0

Come curare le punture degli insetti

La bella stagione sta ormai entrando nel vivo, ma con essa – purtroppo – arrivano anche le immancabili e fastidiosissime punture di insetto, che nel migliore dei casi possono provocare solo arrossamenti e gonfiori diffusi, mentre in alcune circostanze possono essere la causa di shock anafilattico ed addirittura di morte certa, se il soggetto è allergico. Nella stagione estiva (non solo, ma soprattutto) è dunque opportuno fare attenzione alle punture degli insetti ed eventualmente intervenire con tempestività. Volete sapere come curare le punture degli insetti?

Come prevenire le punture degli insetti

La prima fase, come sempre, è quella della prevenzione. Ci sono delle regole di base per tenere lontani gli insetti dalla nostra persona. In casa, ad esempio, converrebbe installare delle zanzariere per limitare i rischi al minimo. In macchina bisognerebbe prendere l’abitudine di viaggiare con i finestrini chiusi (meglio un bel bagno di sudore che una puntura di vespa), mentre quando siamo in strada dovremmo evitare i profumi troppo intensi ed i vestiti eccessivamente striminziti e colorati. Nonostante tutte le accortezze del caso, può succedere di venir punti da un insetto. Vediamo allora come intervenire.

Come curare le punture degli insetti

Se la puntura è stata provocata da una zanzara o da un tafano, sarà sufficiente evitare di grattare la zona interessata e lavare con acqua e sapone. In caso di gonfiore diffuso o di eccessivo arrossamento, invece, occorrerà rivolgersi al medico o al farmacista, che consiglieranno l’uso di una pomata (o di una puntura) a base di cortisone.

Se la puntura è stata provocata da una vespa o da un’ape, occorre prima di tutto estrarre il pungiglione, evitando di premere sulla zona interessata ed utilizzando una lama. In seguito di provvederà alla pulizia della ferita, usando un disinfettante ed impacchi di acqua fredda, oltre alla solita crema al cortisone che frena immediatamente l’infezione.

Se non avete una farmacia a portata di mano, seguite il consiglio della nonna ed applicate un oggetto di ferro sulla puntura, prima di tamponare con dell’ammoniaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>