Come fare il caramello

di Daniela 2

Come fare il caramello

Oggi torniamo a parlare di ricette e in particolare di quella per realizzare il caramello, che altro non è che la fusione dello zucchero, ottenuta con la cottura oltre ai 160°; con il caramello si possono decorare e arricchire diversi dolci, ma nonostante a prima vista sembri facile da preparare, se non si conosce la tecnica giusta si rischia di fare qualche pasticcio.

Ecco, quindi, la ricetta per fare un caramello liquido e gustoso.

Come fare il caramello

Ingredienti

400 g. di zucchero nella variante che preferite, ovvero bianco, semolato integrale o di canna, 200 ml d’acqua e una bustina di vanillina.

Preparazione

Mettete lo zucchero in una pentola abbastanza grande e dal fondo spesso, in modo da diffondere il calore in modo uniforme, e fatelo scaldare a fuoco basso; in un’altra pentola fate bollire l’acqua aggiungendo la bustina di vanillina, oppure un altro aroma.

Una volta che lo zucchero si sarà caramellato, ossia sarà diventato marrone, aggiungete l’acqua bollita e mescolate velocemente. Fate attenzione che l’acqua sia veramente bollita, altrimenti rischiereste di far solidificare lo zucchero anziché di farlo miscelare. Togliete dal fuoco il caramello, mescolate e fate raffreddare prima di usarlo per i vostri dolci.

Consigli per un caramello perfetto

Ecco, inoltre alcuni consigli per la perfetta riuscita del caramello; innanzi tutto, usate una pentola pulita molto bene, fate bollire l’acqua che andrete ad unire allo zucchero, durante la cottura evitate degli sbalzi di temperatura e, per evitare che si formino dei grumi nello zucchero, prima della cottura aggiungete qualche goccia di limone.

Oltre alla vanillina possono essere utilizzati diversi ingredienti per aromatizzare il caramello e quindi creare ricette sfiziose; possono essere usate le spezie, che vanno mescolate con lo zucchero prima di cuocerlo, con il succo o la polpa di frutta da aggiungere con l’acqua al posto della vanillina, e con le erbe, aggiungendo una manciata di erbe allo zucchero prima di cuocerlo, oppure un infuso raffreddato da unire all’acqua prima di farla bollire.

 


Commenti (2)

  1. Notare bene:
    non usare una pentola con fondo aderente o comunque una pentola delicata. Rischiate di buttarla nella spazzatura. Come me, oggi.
    🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>