Come fare una mappa concettuale

di Mariposa 0

Una mappa concettuale è uno schema logico, molto divertente da realizzare e soprattutto molto utile per sviluppare un concetto, organizzare un discorso, studiare un argomento o anche per prepararsi una presentazione. È un modo per mettere in relazione concetti che sono collegati tra loro.

Come fare una mappa concettuale

 

Come si fa? prima di tutto bisogna scegliere l’argomento chiave. Considerate che la mappa non è un riassunto, ma uno schema di sintesi: contiene tutto in poche parole e figure. Una volta selezionato l’argomento, lo potete scrivere al centro di un foglio bianco e fate partire una serie di ramificazioni correlate. Per esempio: casa si può poi parlare di mutuo, polizza assicurativa, gestione delle spese, perdita di valore, ma anche arredamento, costi di manutenzione, tasse, ecc.

Il secondo step è far partire da ogni voce altre tematiche minori. Per esempio, la voce tasse potrebbe comprendere tasi, imu e tares, e via così. Creerete quindi una mappa esplicativa ed esaustiva su tutto ciò che si può dire su quella tematica. Non tutte le voci devono continuare a ramificarsi. Non ci deve essere alcun tipo di forzatura e soprattutto non dovete all’interno dello schema, scrivere delle definizioni, ma solo il concetto. Poi a voce, avrete il tempo di argomentare sulla questione.

Come abbiamo detto le mappe sono importanti per lo studio e la memorizzazione, ma banalmente si possono utilizzare anche per scrivere una tesi o tesina. Potete realizzarla a mano, molto velocemente, oppure farla con il computer. Esistono diversi programmi per realizzare questi schemi, che tra l’altro possono essere introdotti anche come slide in power point.

 

Photo Credit | Thinkstock

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>