Come lavare il lino

di Daniela Commenta

Il lino, che sia bianco o colorato, è un tessuto molto prezioso che necessita di diverse cure per essere mantenuto. La caratteristica principale del lino è quella di essere una fibra resistente agli strappi e alle tensioni e, oltre alla sua bellezza ed eleganza, è nota anche per essere difficile da lavare e da stirare.

In realtà, con qualche accorgimento, è possibile ottenere capi di lino come nuovi. Essendo un tessuto naturale, durante il lavaggio bisogna rispettare la fibra del lino; contrariamente a quello che si pensa, le alte temperature non danneggiano il tessuto: sono le centrifughe troppo forti che lo deformano.

Se decidete di lavare il lino a mano, non sfregate troppo per non creare ancora più pieghe di quelle che si formano naturalmente; nei punti delicati delle camicie come colletto, sottomaniche e polsini, usate un prodotto apposito per il lino da spruzzare sopra alla zona trattata in modo da eliminare eventuali aloni gialli.

Se lavate il lino in lavatrice, la prima cosa da sapere è che va diviso per colore; il lino di colore bianco può essere lavato con un detersivo specifico per il lino, meglio se dotato di sbiancanti in grado di assicurare il bianco naturale del capo e di prevenire l’ingiallimento. Se, invece, i capi che dovete lavare sono color corda oppure colorati, bisogna usare un detersivo che non danneggi il colore e che, quindi, non contenga sbiancanti che possano scolorire il tessuto.

Molto importante è anche come vengono stesi i capi di lino: sistemateli sempre in un punto nel quale non ricevano luce solare diretta, che potrebbe rovinare il bianco e farlo ingiallire; se dovete stenderli comunque al sole, mettete i capi a rovescio e copriteli con un panno bianco. Ritirate i vostri panni di lino prima che diventino troppo secchi e risultino troppo difficili da stirare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>